Vittima di ricatto spa nwo

my JHWH holy ] senti tu, come gridano i predestinati all'inferno: salafiti farisei massoni GENDER DARWIN: regime Bildenberg Merkel troika Maometto, New AGE: Halloween? ma, le loro vittime non hanno una voce, e non hanno avvocati per difendere i loro diritti, loro hanno soltanto le lacrime per piangere! .. e le loro lacrime? noi abbiamo raccolto! Tu per premiarli, io per vendicarli!
=============================
Mogherini la FEDERICA, è diventata una preda sessuale molto ambita in ARABIA SAUDITA: tanto che, hanno dovuto fare una lotteria in favore dei pellegrini: all'idolo MECCA CABA! Il Ministro degli Esteri dell’Arabia Saudita, Adel Al-Jubeir, ha detto: "l'ho vista prima io!" Ma, un Principe con il beccotto un certo: " mr ABDallah" ha detto: "io posso pagare di più", ma, per la testa del marito di: l’Alto rappresentante per gli Affari esteri dell’Ue: in una macelleria in Siria: catena hamburger's MAOMETTO: di esercito libero siriano, dove sanno tutti che, il dio di Obama è il GUFO Rothschild SPA FMI, li hanno detto per la sua testa: più di 10 euro non possono pagare
===================
mi sono molto spaventato perché, se tu scrivi "Mogherini" in "Bing"? LEI non esce proprio: il nome di: Federica Mogherini è una politica italiana, Alto rappresentante dell'Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza dal 1º novembre 2014. MA ANCHE SE LEI è UN PRESTANOME DI 20° (VENTESIMO LIVELLO) dei S.P.A. Banche CENTRALI, ROTHSCHILD regime BILDENBERG, tuttavia, il motore di ricerca google le ha fatto giustizia!
=====================
nessuno mi dovrete dire: "tu non ci avevi detto niente!" ] [ Thousands Year Old Mystery Solved by Amazing Discovery in Jerusalem's City of David A monumental discovery was unearthed in the archaeological excavations at the City of David, located just south of Jerusalem's Old City at the much older heart of the ancient Biblical city. The discovery puts to rest one of the largest archaeological riddles concerning Jeruaslem - namely, the location of the Greek Seleucid imperial fortress that Antiochus Epiphanes (215-164 BCE) is known to have built to rule the city and oversee Jewish activities on the Temple Mount. The fortress was eventually destroyed by the Hasmonean Maccabees as they overthrew the Greek occupation. Excavations at the Givati Parking Lot dig site, located in the City of David national park, have been ongoing for a decade. The Elad Foundation manages the national park and funds the digs, which have revealed numerous finds that are on display to the public at the site. But regarding the location of Antiochus's fortress, which is mentioned in the Book of the Maccabees and the writings of Josephus, despite numerous proposals raised in the last 100 years of archaeological research it has remained elusive. However, according to researchers, in recent months decisive evidence locating the fortress has been found in the form of a section of ancient wall that is estimated to be the base of a tower four meters (13 feet) wide and 20 meters (65 feet) long, replete with a glacis artificial slope. The glacis, built adjacent to the wall, is a defensive element made out of layers of dust, stone and pitch, and meant to keep away attackers. This slope reached as far as the Tyropoeon Valley that crossed the ancient city of Jerusalem, and served as an additional defense. Ballista rocks, bronze arrow heads and led slingstones were found at the site with the sign of the trident on them, the symbol of Antiochus Epiphanes's rule, bearing testimony to the battles in which the Hasmoneans triumphed and routed the Greeks. Historical records indicate the fortress was manned by salaried Greek soldiers as well as Jewish Hellenists who betrayed their people, and further detail how the forces in the fortress caused great suffering to the Jewish residents of Jerusalem. However, in 141 BCE after a long siege to starve out the Greeks, Shimon the Hasmonean was able to conquer the fortress and force the Greeks into surrender. According to archaeologists Dr. Doron Ben-Ami, Yana Tchekhanovets and Salome Cohen, who are directing the excavation on behalf of the Israel Antiquities Authority (IAA), the new discovery gives a new understanding of the history. "This sensational discovery allows us for the first time to reconstruct the layout of the settlement in the city, on the eve of the Maccabean uprising in 167 BCE," said the researchers. "The new archaeological finds indicate the establishment of a well-fortified stronghold that was constructed on the high bedrock cliff overlooking the steep slopes of the City of David hill." "This stronghold controlled all means of approach to the Temple atop the Temple Mount, and cut the Temple off from the southern parts of the city. The numerous coins ranging in date from the reign of Antiochus IV (Antiochus Epiphanes) to that of Antiochus VII and the large number of wine jars (amphorae) that were imported from the Aegean region to Jerusalem, which were discovered at the site, provide evidence of the citadel’s chronology, as well as the non-Jewish identity of its inhabitants."Source: Arutz Sheva
======================
nessuno mi dovrete dire: "tu non ci avevi detto niente!" ] [ tanto tuonò, che piovve in ARABIA SAUDITA il Regno della BESTIA sharia ] Bibi’s Message to the World Proves That Israel is not Going Anywhere. Binyamin Netanyahu’s message to the "Masa" (Israel Journey) participants is truly inspiring. That is, it’s inspiring and very true. He has made nothing up. There is something incredible about history that was kept alive by a People that would not give up. The world has changed and the Jewish Nation has progressed into the 21st century. This is a nation that has advanced so much that it has returned to its 3000 year old homeland. The Jews of the world have come back to their land to rebuild, to rejuvinate and to be a moving force of enlightenment, humanity and spirituality for all nations of the world. A dream of centuries is materializing before our very eyes. Published: November 3, 2015
======================
Renzi, corto circuito governativo [ by Redazione ] Matteo Renzi [ è un fanfarone ciarlatano ( come tutti i politici occidentali Merkel Tr0ika) lui è UN PRESTANOME DI 20° (VENTESIMO LIVELLO) dei S.P.A. Banche CENTRALI, ROTHSCHILD regime BILDENBERG usura e schiavitù mondiale, Nuovo Ordine Mondiale Baal Marduk JaBullOn è Dio ] all'assemblea dei parlamentari Pd, dopo aver premesso di voler precisare "un punto" sulla legge di stabilità, ha affermato - "Sulla sanità, il sociale e la cultura, noi investiamo più di prima". La dichiarazione del premier è stata diffusa dall’agenzia Ansa. Dev’esserci un corto circuito, di quelli seri, a livello di governo. Legittimo, caro lettore, che Tu mi chieda conto di tale ultima affermazione, che leggera certamente non è. Doveroso, quindi, dartene contezza. Se sulla sanità, non sembra proprio la riprova delle affermazioni del Premier il recente colorito scambio di considerazioni e dichiarazioni tra Matteo Renzi e Sergio Chiamparino, governatore del Piemonte e Presidente della Conferenza dei Presidenti di Regione, smentita ancor maggiore la ritroviamo nel clima teso, che si respira nelle Onlus che si occupano del sociale, tutte preoccupate più che mai del loro futuro, a causa dei progressivi e continui tagli al loro fabbisogno economico minimo per garantire i servizi. Ma è il mondo della musica (quella seria, parte integrante e sostanziale della cultura del Paese) quello che smentisce categoricamente l’affermazione del premier. Ad agosto scorso una sessantina tra le più importanti associazioni musicali del Paese hanno ricevuto la notizia di essere state letteralmente cancellate dal Mibact (Ministero dei beni e delle attività culturali, e del turismo), o meglio che il contributo annuale loro destinato era stato azzerato, il che di fatto equivale a cancellarle. E’ bene precisare che i meccanismi di contributi concorsuali fanno sì che, quando cancello un mio contributo, a cascata provoco la sostanziale contrazione anche di eventuali contributi europei e degli enti locali. Se è una tragedia senza precedenti, anche se le avvisaglie si avvertivano già da qualche anno, viste la continua e progressiva falcidie di autentici gioielli della cultura musicale, basta citare l’Autunno Musicale a Como, o per rimanere in Puglia la Fondazione Piccinni, quest’anno si è giunti all’apoteosi dei misfatti: la strage degli innocenti ordinata da Erode è forse l’unico paragone possibile con quello perpetrato ultimamente a danno della cultura musicale italiana. E’ stato l’ultimo atto di un direttore generale dello spettacolo dal vivo, Salvo Nastasi, che ha avviato le stragi con Bondi e le ha continuate con i successori, Franceschini compreso, chiamato, quindi, a più alti incarichi, visto che, ottenuta il 6 agosto la promozione (o meglio la chiamata) a vice segretario generale di Palazzo Chigi, veniva poco dopo nominato commissario a Bagnoli. Povera Terra dei fuochi, non bastava la Camorra, ora anche il Governo ci mette del suo. Se è vero che i fondi sono aumentati, ma non arrivano ai legittimi beneficiari, che vengono anzi massacrati, mi sa proprio che il Rottamatore ha alzato il tiro, colpendo ad altezza d’uomo, dopo i politici scomodi (da ultimo Marino), anche tutta la sanità, il sociale e la cultura, mondi non allieneati e non facilmente riducibili al pensiero unico. Mala tempora spirant, amici lettori.
=================
¡Hola, lorenzoJHWH King ISRAEL ] [ Gracias por firmar mi petición, "Papa Francisco: rezo por Ud" dirigida a Papa Francisco. Ayuda a ganar esta petición pidiendo a tus amigos y familiares que la firmen. Es muy fácil compartirla con tus amigos en Facebook: sólo tienes que hacer clic en http://www.citizengo.org/es/signit/30813/view para difundirla. Y lo más importante: abajo tienes un ejemplo del email que les puedes reenviar a tus contactos. Gracias de nuevo. Juntos estamos haciendo posible el cambio. Papa --------- Mensaje para reenviar a tus amigos: ¡Hola! Acabo de firmar la petición "Papa Francisco: rezo por Ud" en CitizenGO dirigida a Papa Francisco. Me parece un tema muy importante, y me gustaría que tú también lo apoyases. Aquí está el enlace: http://www.citizengo.org/es/sy/30813-papa-francisco-rezo-por-ud?tc=ty&tcid=17097865 ¡Muchas gracias! lorenzoJHWH King ISRAEL Este correo ha sido enviado por CitizenGO a lorenzo_scarola@fastwebnet.it.
=====================
fatti di analoga gravità sono stati registrati in diverse circostanze, ad un relatore? gli hanno vandalizzato l'auto! [ bullismo, massimalismo e squadraccie naziste GENDER ] [ Gender: rissa a Bari. Questa è discriminazione. by Roberto Mastrangelo ] Liberi di esprimere le proprie idee: sempre. Liberi di impedire agli altri di esprimere le proprie: mai. La democrazia moderna, in fondo, dovrebbe essere tutta qui. Eppure a volte si trascende e si superano i limiti della decenza. L'altra sera, in una parrocchia di Bari, alcuni attivisti di Zona Franka (e non solo) hanno impedito lo svolgersi di un dibattito sui valori della famiglia e sulle tesi gender che, a diverse tinte e con molte sfumature, risiedono anche nella scelta della Regione Puglia di aderire alla rete nazionale Re.A.Dy. contro ogni discriminazione. Eppure proprio i paladini dell'antidiscriminazione hanno impedito, con la forza, che persone che la pensano diversamente possano esprimere la propria opinione e supportare le proprie tesi. E non è forse anche questa una discriminazione, della più becera delle specie? Andiamo ai fatti: nella Parrocchia Santa Croce di Bari era in corso una conferenza sulla famiglia e sul gender con la presenza di Gianfranco Amato (fondatore dell'associazione Giuristi per la Vita) ed Alfredo Mantovano, magistrato ed ex parlamentare. Spintoni, parolacce, si arriva in breve alle alle mani. Deve intervenire il servizio d'ordine e la polizia, e qualche agente resta lievemente ferito nella colluttazione che ne deriva. "Ci hanno aggrediti, con insulti sessisti rivolti alle ragazze - denunciano i militanti di Zona Franka – due di noi hanno ricevuto un pugno e schiaffi". "Hanno terrorizzato i bambini – rispondono alcuni partecipanti all'incontro – il loro intento, in ogni città, è spaventarci: ma noi non ci fermiamo, ci siamo finalmente svegliati e abbiamo capito quale disegno c'è dietro, contro la famiglia". Sull'argomento è intervenuto, con una nota, il capogruppo di Forza Italia alla Regione Puglia Andrea Caroppo. " Irruzione, urla, insulti, spintoni da parte di militanti delle associazioni lgbt sono costati non solo il terrore dei presenti - soprattutto dei bambini - ma anche il ferimento di un agente di polizia. Agli organizzatori, ai relatori e a tutti i presenti va la mia solidarietà". "Ma di ancor più inaudita gravità è il silenzio complice di tutti coloro che, solo due giorni, fa - sostenendo l’adesione della Regione alla rete lgbt Re.a.dy che punta alla diffusione del gender nelle scuole - professavano "il verbo" del rispetto e della tolleranza: dove sono oggi Michele Emiliano e tutti gli altri miei colleghi paladini della lotta alle discriminazioni? Non sono forse anche quelle di ieri sera violenze e discriminazioni? Di queste la Regione non si occupa? Presidente Emiliano, per combattere questa intolleranza e queste violenze non intende aderire ad alcuna rete?", "Gli educati signori che - conclude Caroppo - si sono resi protagonisti delle violenze sono esattamente quelli che Emiliano, la sua giunta e molti miei colleghi vorrebbero andassero nelle scuole a insegnare ai nostri figli quello che definiscono rispetto e tolleranza ma altro non è se non un'ideologia violenta; ed il fatto che non avvertano nemmeno il bisogno di censurarne le violenze ne è ulteriore conferma". Intervento anche dell'assessore al Welfare del Comune di Bari, Francesca Bottalico. "I fatti accaduti sono molto gravi perché denotano l’incapacità di portare avanti un confronto democratico e non violento su temi delicati e sensibili come l’orientamento sessuale, le unioni civili, la parità di genere, l’educazione all’affettività. Esprimere un’opinione differente rispetto a un concetto, a una teoria, a un pensiero, non giustifica in alcun modo episodi di violenza e intolleranza. È necessario, invece, continuare a rappresentare la dignità di tutti e di tutte e lavorare affinché l’omofobia possa essere espulsa dai luoghi dove si formano i nostri ragazzi partendo proprio dalle scuole, dai centri educativi, dai luoghi di aggregazione. Riflettere sulla parità dei diritti e sulla libera scelta aiuta a sconfiggere paure e pregiudizi e a prevenire manifestazioni di violenza contro le donne, le persone omosessuali e ciò che si considera diverso". Giusto assessore. Ma chi dovrebbe insegnare ai nostri figli la tolleranza e l'educazione? Forse bisognerebbe capire, una buona volta, che rispetto e tolleranza sono innanzitutto uno stato dell'anima e dell'educazione personale di ognuno di noi. Che con le tendenze sessuali e religiose non hanno proprio nulla a che fare. Ma questo bisognerebbe farlo capire a troppe persone, nella nostra regione. Vero Presidente?
====================
siamo tutti in pericolo di morte spirituale a causa della ideologia del gender ] [ Re.A.Dy, le critiche dell’Azione Cattolica pugliese Il mondo delle famiglie e l'associazionismo cattolico commenta il voto del Consiglio Regionale della Puglia sull'adesione alla rete nazionale Re.A.Dy Da Vincenzo Pinotti riceviamo e pubblichiamo una dura presa di posizione dell’Azione Cattolica contro l’adesione della Regione Puglia alla rete nazionale Re.A.Dy. La forzatura e l’ostinazione dimostrata dalla giunta Emiliano nel voler a tutti i costi inserire la Puglia nella rete di diffusione e promozione del gender per omaggiare quel mondo lgbt che vuole rieducarci tutti a partire dai nostri bambini, indubbiamente segnerà il passo nei rapporti tra il governo regionale e il mondo delle famiglie pugliesi. Come insegna Papa Francesco con costanza pressoché quotidiana, per distruggere la famiglia non vi è nulla di peggio del gender che egli ha definito "uno sbaglio della mente umana" che si sta imponendo con una "colonizzazione ideologica paragonabile a quelle dei totalitarismi del XX secolo". Spiace che il Presidente Emiliano e i suoi assessori, cattolici compresi, abbiano dunque indirettamente dato anche al Papa del visionario sostenendo che il gender non esiste (proprio mentre affermavano che i bambini pugliesi vanno educati a negare il maschile e il femminile giacché ognuno sceglie tra infinite possibilità il suo "genere"). Nessuno in Consiglio Regionale si illuda di poter riparare questo attacco sferrato alle famiglie pugliesi con mere affermazioni di principio o con contentini: il male fatto dalla Giunta con Re.a.dy non può essere riparato. Vincenzo Pitotti Reggente Regione Meridionale Orientale Alleanza Cattolica [ altro articolo inquietante ]
http://www.pugliain.net/gender-rissa-a-bari-questa-e-discriminazione/
lo Stato traditore MASSONE regime JaBullOn Bildenberg non vuole stampare Moneta Nazionale in regime di sovranità monetaria: per pagare i suoi debiti! ] [ Opere pubbliche: le Amministrazioni continuano a non pagare. by Redazione ] Quant'è difficile farsi pagare dalle pubbliche amministrazioni? E quanto i ritardi (ed i mancati pagamenti) influenzano sulla stabilità delle piccole e piccolissime imprese italiane? E' un dato di fatto, confermato anche la settimana scorsa dalla Banca d'Italia, che ci sono moltissime imprese creditrici nei confronti delle P.A. che vanno in grave difficoltà di liquidità, ed a volte sono costrette a chiudere ed a portare i libri in tribunale, costrette all'affanno proprio dai cronici (ed inaccettabili) ritardi degli enti pubblici nell'onorare i propri debiti. "Il 27 ottobre 2015 Banca d’Italia ha diffuso un documento (Occasional Paper) sulla questione dei ritardi di pagamento delle Amministrazioni Pubbliche italiane. Lo studio conferma quanto evidenziato dall’Ance in numerose occasioni nell’ambito dei rapporti semestrali sulla situazione dei ritardi di pagamenti in Italia e nei lavori pubblici, nonché nel ruolo di Rapporteur alla Commissione Europea. Le difficoltà nei pagamenti in Italia e nel settore dei lavori pubblici rimangono un problema irrisolto, nonostante le numerose misure adottate dai Governi nel corso degli ultimi 2 anni". Lo afferma il presidente di ANCE Lecce, Giampiero Rizzo, che continua "il documento diffuso dalla Banca d’Italia stima in nove miliardi i crediti vantati dalle imprese del settore delle costruzioni (in Puglia sono presuntivamente circa 650 milioni di euro, di cui 70/80 milioni relativi alla provincia di Lecce) ed indica, causa la continua elusione della tassatività dei termini di pagamento, un ritardo medio in Italia degli stessi in 110 giorni. Secondo l’Ance invece le imprese di costruzioni sono state pagate mediamente dopo 177 giorni nel primo semestre 2015 e di questo problema soffrono, soprattutto, le nostre piccole e medie imprese edili". "Sconcerta - conclude il presidente Rizzo - che a tre anni dal recepimento della Direttiva Europea sui pagamenti nelle transazioni commerciali vi siano ancora le difficoltà a suo tempo segnalate dall’ANCE ed oggi fatte proprie dalla Banca d’Italia. Bisogna ipotizzare nell’immediato un provvedimento legislativo che preveda l’intervento sostitutivo da parte dello Stato nei casi d’inerzia da parte degli Enti debitori. Al contempo rivolgo cortese invito alle amministrazioni locali che hanno debiti maturati prima del 31 dicembre 2014 e hanno bisogno di liquidità, a presentare richiesta alla Cassa Depositi e Prestiti entro il 10 novembre per ottenere le risorse necessarie al pagamento dei crediti delle imprese".
http://www.pugliain.net/amministrazioni-opere-pubbliche-pagamenti/lo
lo Stato traditore MASSONE regime JaBullOn Bildenberg non vuole stampare Moneta Nazionale in regime di sovranità monetaria: per pagare i suoi debiti! ]
===================
my dear, [ abbi per certo che quando io passerò dai miei canali io mi impegnerò a cancellare i tuoi video: Pace a te fratello! ]  era molto proccupato il mio spirito per te, questa notte: non so perché, dopo tanti anni, tu hai voluto punire proprio oggi, il mio canale, non so chi ti ha fatto del male, per avere modificato i tuoi santi propositi: verso il genere umano, anche perché, tu puoi guadagnare sulla pubblicità di tutti i tuoi video: senza fare del male a nessuno! Tuttavia quì in youtube io ho 80 canali: e potrei avere caricato, in molti di loro, i tuoi video: io sono lorenzoJHWH, e Unius REI e, ecc.. Qui in youtube ci sono troppi sacerdoti di satana che si sono fatti male per causa mia, ed alcuni si sono andati a lamentare con Satana personalmente! Ecco perché, io ho ritenuto di doverti avvisare circa un potenziale pericolo per te: infatti in YOUTUBE da 8 anni circa, io sono il progetto politico per dare un RE ad ISRAELE, e io non vorrei che qualcuno dei miei angeli che sono a protezione dei miei canali? lui ti facesse del male! Autore del reclamo: QuestarEntertainment Email dell'autore del reclamo: breynolds@questarentertainment.com Opera presumibilmente violata Web "Exodus Revealed" [ abbi per certo che, quando io passerò dai miei canali, io mi impegnerò a cancellare i tuoi video: Pace a te fratello! ] Copyright takedown notice] Some of your videos have been taken down from YouTube  QUESTAR, Inc. HEADQUARTERS OFFICE:
307 N. Michigan Avenue, Suite 500, Chicago, Illinois ] Thanks! Your email was successfully sent. http://questarvideo.com/contact/ Your message has been delivered to the following recipients: breynolds@questarentertainment.com
Subject: R: [Copyright takedown notice] Some of your videos have been taken down from YouTube
====================
Collaborating in a new start-up, Israeli Arab and Jewish security experts, using the latest technology, together have created the Smart Home app, enabling residents to monitor their homes from afar. The “smart home” is the latest in technology, and it was invented by a team of Israeli Arabs and security experts from Haifa. Through the MindoLife home platform, created by the Haifa start-up, one can run electrical appliances at minimal expense via a phone, thereby controlling electricity consumption from afar – even from outside the country. By accessing information on local weather conditions, a “smart home” can automatically adjust for changes and save up to 30% of electricity costs. One could also, for example, activate the water heater or air conditioner on the way home, so that the home is already comfortable upon arrival. The process involves integrating the home with existing ‘smart’ devices, such as TVs, iRobots and coffee machines by suing a simple application installed on a smartphone, which is completed secured and protected. The system is more efficient and less expensive than other solutions available on the market, making it accessible to broad sectors of society. The Start-Up Team. Rami Younes, one of the four co-founders of MindoLife, is a software engineer and graduate of the Technion. He is responsible for business management and hardware design. Rami Khawaly, with degrees in software engineering and industrial management, is responsible for R&D management and public relations. These two original partners were joined by Yoav Rosenthal who, as a graduate of the IDF elite intelligence unit and with years of experience in the field of cyber security, is responsible for the MindoLife security platform and strategy. Noam Levi, formerly an engineer for Rafael Advanced Defense Systems Ltd. who worked on developing security products such as the Iron Dome anti-missile system, is an expert in embedded systems. Company Represents Israeli Diversity The team takes pride in its pluralistic make-up. “We are proud of our staff and we are proud that the team comprises all communities – Christians, Jews and Muslims,” the company stated in a press release issued by the Ministry of Foreign Affairs. In fact, one of the device’s practical applications is particularly suited to the religious Jewish population, which does not light a fire or turn on electricity on the Sabbath. The MindoLife system can prevent any such transgression by separating and neutralizing the plugs and switches, even if pressed by mistake. The start-up company received financing in the amount of two-million shekels (half a million dollars) from the Office of the Chief Scientist in Israel. MindoLife is currently in the development stage and is planning to recruit more staff and move into a large, new office. It will also soon be launching a new Internet of Things (IOT) product for emerging companies that will provide advanced connectivity of devices, systems and services, covering a wide variety of protocols, domains and applications. The MindoLife IOT platform handles network and security issues, enabling organizations to develop highly secured and reliable systems without fear of cyber attack. By: United with Israel Staff (With files from the Ministry of Foreign Affairs)
================
Jerusalem Police Arrest Palestinian Preacher for Incitement to Kill Jews ] [ Jerusalem District Police arrested a notorious Palestinian Islamic preacher of hate at his residence in the Old City of Jerusalem. Sheikh Khaled al-Mughrabi, an infamous hatemonger, was arrested Wednesday morning at his home in the Old City of Jerusalem on charges of incitement. A preacher at the Al-Aksa Mosque on the Temple Mount, he is known for Nazi-like, anti-Semitic sermons, many of which have been recorded by Palestinian Media Watch (PMW). For example, "The Children of Israel will all be exterminated, the Anti-Christ will be killed and the Muslims will live in comfort for a long time," he stated. His allegations include blood libels, such as that Jews drink blood like vampires in order to attain eternal life. Aftermath of Rosh Hashana anti-Israel violence at al-Aksa Mosque on Temple Mount. His messages reach well beyond the mosque audience, as they are shared on social media. Palestinian and Muslim preachers use the Al-Aksa pulpit regularly to promote anti-Semitism and hatred of America and to incite terror. The practice is common in the Palestinian Authority, PMW stresses. In June, for instance, the watchdog published a clip from a PA TV children’s program that presented Jews as "barbaric monkeys…the most evil among creations." By: Terri Nir, United with Israel
=================
Israel Reportedly Seeking to Acquire Stealth Version of F-15 Jet. Within the framework of talks over a “compensation package” of military aid the U.S. is set to offer Israel in the wake of the Iran nuclear deal, Israel has reportedly asked to receive the stealth version of the F-15 fighter plane, the F-15SE Silent Eagle. this request by Israel was reported by a number of media outlets, including Flightglobal.com. Israeli officials declined to confirm the reports. The F-15SE was meant to be Boeing’s answer to Lockheed Martin’s F-35 stealth fighter plane, but Boeing has not yet found a buyer for it. Israel has already ordered 33 F-35s and is set to receive its first two by the end of 2016. The backbone of the current Israeli Air Force fleet consists of non-stealth F-15s and F-16s.By: Israel Hayom/Exclusive to JNS.org
===============
Israeli Police Officer Critically Wounded in Palestinian Car-Ramming Attack Another deadly attack occurred near the city of Hebron, when a Palestinian terrorist rammed his car into a young police officer, critically wounding him. A 20-year-old Border Police officer was critically wounded Wednesday afternoon when a Palestinian terrorist rammed into him with his car on Route 60, north of Hebron.The victim was rushed to Hadassah Ein Kerem hospital in Jerusalem, where he is fighting for his life, Magen David Adom rescue workers said.A second officer was hit as well, but reportedly suffered no injuries. Security forces eliminated the terrorist at the scene.Although terror attacks have been occurring frequently across the country, the Hebron region has been a focal point, as the city is a hotbed for terrorists. Stabbing and vehicular attacks have become the most common weapons in the current wave of terror.Three Border Police were wounded Sunday afternoon in a Palestinian car terror attack when a speeding vehicle drove into them at the Beit Anoun Junction, also near Hebron.By: Terri Nir, United with Israel
==================
US House Resolution Unanimously Condemns Palestinian Incitement. The US House of Representatives passed a resolution unanimously condemning the Palestinian leadership’s incitement to violence. The US House of Representatives unanimously passed a bipartisan resolution condemning anti-Israel incitement in the Palestinian Authority (PA) on Monday, JTA reports. Rep. Ileana Ros-Lehtinen (R-Fla.), chairwoman of the House Middle East and North Africa Subcommittee, and Rep. Ted Deutch (D-Fla.), ranking member of the subcommittee, sponsored the resolution.“The House has sent a clear message to the Palestinian leadership that its anti-Israel incitement causing so much of the recent tension, violence, and terror will no longer be tolerated,” Ros-Lehtinen stated.“There should be no doubt that the Palestinian Authority sets the tone with its incitement, resulting in the recent wave of attacks that we’re seeing against innocent Israeli civilians.”US House of Representatives (house.gov)The intensive terror in Israel over the past couple of months “is a direct result of incitement by Palestinian leaders accusing Israel of changing the status quo on the Temple Mount,” Deutch said. “These false accusations send a dangerous message that violence and acts of terrorism are acceptable and even justified. It is well past time for President Abbas to stand up and condemn all acts of violence, rather than encouraging violence by glorifying terrorists and teaching children to view Israelis as animals.” Palestinian incitement, with the help of Abbas, did not begin only recently, although it has become increasingly fierce. The intense anti-Semitism and anti-Israel indoctrination in Palestinian schools and cultural events, including the glorifying of terrorists, has been ongoing for years, as documented by Palestinian Media Watch, among other sources. Exactly a year ago, in October 2014, for instance, visitors to the Temple Mount were greeted with graffiti that included swastikas alongside the Star of David, the ancient Jewish symbol. This act of anti-Semitism following incitement two days earlier by Abbas, who called on Palestinians living in east Jerusalem to maintain a large presence on the Mount in order to resist the “fierce onslaught” of Jewish visitors.“It is not enough to say the settlers came, but they must be barred from entering the compound by any means. This is our Aqsa… and they have no right to enter it and desecrate it,” Abbas stated in a Fatah party address on Friday, referring to Jewish visitors as “settlers” and “herds of cattle.”Palestinian incitement (This past September, ahead of the new wave of terror, Abbas praised the Arab violence against Jews on the Temple Mount, saying, “Every drop of blood that has been spilled in Jerusalem is holy blood as long as it was for Allah…Al-Aqsa is ours, and they have no right to defile it with their filthy feet.” Most recently, Abbas ordered full military honors at the terrorists’ funerals and financial grants to their families.
=====================
Germany Says it Strongly Opposes Boycott of Israeli Products. According to German ambassador to Israel Clemens Von Goetze, the EU’s initiative to mark products originating in Judea and Samaria is merely a technical step. Most Israelis are not convinced. By: JNi.Media German ambassador to Israel Clemens Von Goetze, his country’s former Foreign Ministry’s political director, told Israel Radio on Wednesday that Germany strongly opposes any kind of boycott of Israeli products. According to Von Goetze, the EU’s initiative to mark products originating in Judea and Samaria is merely a technical step. Israel is anticipating a decision by the EU in the next few days on guidelines for member states to begin labeling goods from Jewish businesses in Judea and Samaria to differentiate them from products made inside Israel’s 1949 armistice border. Deputy Foreign Minister Tzipi Hotovely said Tuesday at a press conference at the Barkan industrial Park in Judea and Samaria that the move to mark products from Jewish communities is part of a clear process of delegitimizing the State of Israel. "Whoever is trying to boycott certain regions of Israel is basically boycotting the state itself and creating delegitimization of the state," she said. "When you boycott Judea and Samaria," she added, "you eventually boycott Tel Aviv." Meanwhile, Knesset Member Tzipi Livni (Zionist Camp) criticized the government’s conduct regarding the European Union’s initiative to mark products manufactured beyond the 1949 armistice line, telling Israel Radio that she opposes the European initiative, but the government does not know how to deal with this challenge. According to the Financial Times, many UK supermarkets introduced labeling in 2009, and already mark products from farms in the region "West Bank (Israeli settlement)" and "West Bank (Palestinian product)" respectively. Denmark and Belgium follow similar guidelines. Also according to the Financial Times, Israeli farmers in the Jordan Valley have shifted their sales to Russia, the US and Canada, and don’t bother being treated as second class vendors in Europe. Russia, which gets more of its food from outside the EU since the start of sanctions over the Ukraine conflict, has been a particularly welcome buyer in Judea and Samaria.
=====================
Israel Arrests Gaza Man for Diverting Building Materials to Hamas for Terrorism Purposes ] Israeli security forces arrested a Gaza businessman for supplying Hamas with building materials meant for the civilian rehabilitation of Gaza. In a joint operation, the Israel Police and the Shin Bet (Israel Security Agency) arrested Tamer Ahmed Muhammad Barim, 36, a resident of Bani Suheila in the Gaza Strip, on August 31 at the Erez Crossing. Barim subsequently admitted that in the context of his profession as a merchant, he transferred hundreds of tons of building materials, which had been earmarked for the rehabilitation and development of the Gaza Strip, directly to the Hamas terrorist organization. The transfer of the building materials to Hamas was carried out by circumventing the UN monitoring system that was designed to verify that the materials, which were financed by donor countries and other agencies, were transferred for the rehabilitation of the civilian infrastructures in the Gaza Strip. The foregoing is additional evidence of Hamas’s cynical exploitation of donated funds and materials that were designed for the rehabilitation and development of civilian infrastructures in the Gaza Strip, for terrorism. The security establishment views the event with utmost gravity and intends to continue its efforts to foil attempts to smuggle building materials for terrorist purposes and to deal with all those involved to the fullest extent of the law. Barim was indicted in the Be’er Sheva District Court on October 1 on three counts of perpetrating crimes against the security of the state, including aiding and abetting a terrorist organization and purchasing items for use in terrorism. By: United with Israel Staff. With files from GPO
======================
my JHWH ] come ogni sacerdote di satana [ ANCHE SALMAN SAUDITA SALAFITA HA CAPITO CHE IO FACCIO: "PIAZZA PULITA!" ] che poi è tutto il genocidio che lui ha deciso di fare a noi!
=====================
Why is the EU Stigmatizing Israel? Seeing European shops label Jewish products awakens painful memories. By: David Walzer, Politico. Many Israelis — both on the right and left of the political spectrum — look in utter astonishment at EU plans to compel European importers and retailers to brand Israeli products from the settlements with newly minted, Israel-specific consumer labeling. And it seems these labels would apply only to Israel, not to other countries or territories embroiled in territorial disputes. It is a step that threatens to reshape our relations, and I fear not for the better. Europe is Israel’s main partner in trade and business. We are an ally for Europe in the Middle East, a region that now poses some very hard questions for Europe. Most importantly, we share the same humanist aspirations for our countries. This makes us part of the same family, and I hope this allows me to speak openly and honestly. Building on this kinship, recent months have seen a flourishing of diplomatic meetings between Israel and the EU. Before the summer, Prime Minister Benjamin Netanyahu met High Representative Federica Mogherini in Jerusalem and once again in New York. Last month, the prime minister also hosted European Council President Donald Tusk in Jerusalem. I was there to witness it and the mood was professional and forward looking.http://unitedwithisrael.org/wp-content/uploads/2015/11/label-israel.jpg Ad by Friends of Al-Aqsa calling for boycott of products from "Israel, West Bank (Settlements) & Jordan Valley." (FirstOneThrough) The prime minister was unequivocal about the direction of our country. Israel remains committed to a two-state solution. Two states for two peoples, this continues to be our end objective. He has since repeatedly expressed his desire to find concrete ways forward, in direct talks with the Palestinian leadership, which he said could take place in Brussels, Jerusalem or Ramallah itself. In turn, EU leaders made clear their strong willingness to help advance the Middle East peace process. This is important. We welcome Europe’s aspiration and help to achieve this objective. To make progress, however, the closest form of cooperation is necessary, and this needs to be based on trust, openness and impartiality. The labeling of Israeli products will not contribute to this end. We are being told the economic impact of such labeling should be small. And the step is supposedly not meant as a boycott. But seeing European shops label Jewish products brings back some very painful memories for many Israelis. And it stings that we are being singled out for special treatment. While we fully respect that the EU needs to apply its own acquis, this makes it very hard to escape the conclusion that this is a political step, with the distinctly political message that Israel is to be blamed and punished for the stagnation of the peace process. In Israel it is hard to explain how this could conceivably help kick-start peace talks. Nor does it appear to be a timely message. The Middle East is ablaze, with wars raging in Syria, Iraq, Libya and Yemen. These wars have become magnets for Daesh and Hezbollah Islamists, engaged in the random slaughter of civilians. We are facing an unprecedented refugee crisis. And in these times the EU sees fit, under the guise of consumer protection law, to slap quasi-sanctions on Israel, the only state in the region whose constitution embraces and defends Europe’s own values?http://unitedwithisrael.org/wp-content/uploads/2015/08/Boycott-logo.png2_.jpg (CIJA)For Israel the key to a two-states-for-two-peoples solution lies in obtaining ironclad guarantees for its security. What we hope to receive from our partners abroad is some help in finding these. Security is and will always remain our Gold Standard. The problem we now face is that in a region awash with blood and rife with sectarianism, this is more difficult to achieve. Already, ISIL-affiliated terror cells are operating from within the Gaza Strip. There are other challenges the EU could help tackle. The Palestinian leadership remains hesitant, divided and unwilling to come to the table. Netanyahu has now repeatedly offered to hold direct talks with President Abbas on a two-states-for-two-peoples solution, without setting preconditions. He did so as recently as the U.N. General Assembly in New York. But what has happened? Instead of engaging with us directly, what we are getting from President Abbas are bold flag-waving statements and other unilateral shenanigans. What is needed is for the EU to help persuade Palestinian President Mahmoud Abbas to agree to direct talks. Without such talks there can be no progress at all, not even a beginning. What is needed is for the EU to use its clout to help end the spate of attacks against Israeli citizens of the last few weeks, amongst others by getting Palestinian leaders to tone down their divisive rhetoric. What is needed is for the EU to do more to help disarm Gaza, whilst aiding the Palestinian Authority in regaining control over the Strip. While labeling legislation is a red herring, a painful distraction, the latter steps would enhance the prospects of success in tangible and practical ways. There is no doubt Europe is capable of making a significant contribution to the Middle East peace process. But we need to grasp the nettle, not start another smoke and mirrors game. Moving the stalled peace process forward will be difficult enough as it is. David Walzer is Israel’s Ambassador to the EU and NATO. This article originally appeared on www.politico.com.
=======================
gli israeliani sono troppo prolissi per me! MA, LA Verità è CHE IL LORO SATANA SPA FMI BANCHE CENTRALI TRUFFA ROTHSCHILD MERKEL TROIKA BILDENBERG: VUOLE STERMINARE ED UCCIDERE TUTTI GLI ISRAELIANI! ED ATTRAVERSO ISLAM DEVASTARE IL MONDO INTERO! PIANSE GIOVANNI PAOLO II, CON QUEI MASSONI A DIRE: "SCRIVETE NELLA COSTITUZIONE CHE LE RADICI EUROPEE SONO RADICI EBRAICO CRISTIANE!" MA LORO HANNO DETTO: "FOTTITI! CHI TI CONOSCE? NOI SIAMO IL MITO MARDUK, NOI SIAMO I GENDER DARWIN DI SATANA GUFO ROTHSCHILD TALMUD APOSTASIA!" ] [ Perché il stigmatizzante Israele UE? Vedendo negozi europei etichettare prodotti ebraici risveglia ricordi dolorosi. Da: David Walzer, Politico. Molti israeliani - sia a destra e a sinistra dello spettro politico - guardare in stupore a UE prevede di obbligare gli importatori ei dettaglianti europei di marca prodotti israeliani provenienti dagli insediamenti di nuovo conio, Israele-specifica etichettatura dei consumatori. E sembra queste etichette si applicano solo a Israele, non ad altri paesi o territori coinvolto in dispute territoriali. Si tratta di un passo che rischia di rimodellare le nostre relazioni, e io temere per il meglio. L'Europa è il principale partner di Israele nel commercio e degli affari. Siamo un alleato per l'Europa in Medio Oriente, una regione che ora pone alcune domande molto difficili per l'Europa. Ancora più importante, condividiamo le stesse aspirazioni umaniste per i nostri paesi. Questo ci è parte della stessa famiglia cultura ideali valori, e spero che questo mi permette di parlare apertamente e onestamente. Basandosi su questa parentela, questi ultimi mesi hanno visto un fiorire di incontri diplomatici tra Israele e l'Unione europea. Prima dell'estate, il primo ministro Benjamin Netanyahu ha incontrato alto rappresentante Federica Mogherini a Gerusalemme e ancora una volta a New York. Il mese scorso, il primo ministro ha ospitato anche il presidente del Consiglio europeo di Donald Tusk a Gerusalemme. Ero lì a testimoniare e lo stato d'animo era looking. professionale e in avanti: Annuncio da Amici di Al-Aqsa chiedono il boicottaggio di prodotti provenienti da Israele ", Cisgiordania (insediamenti) e della Valle del Giordano." (FirstOneThrough) Il primo ministro era inequivocabile sulla direzione del nostro Paese. Israele continua ad impegnarsi per una soluzione a due stati. Due stati per due popoli, questo continua ad essere il nostro obiettivo finale. Da allora ha più volte espresso il suo desiderio di trovare modi concreti in avanti, in colloqui diretti con la leadership palestinese, che ha detto potrebbe avere luogo a Bruxelles, Gerusalemme o Ramallah sé. A loro volta, i leader dell'UE hanno chiarito la loro forte volontà di far progredire il processo di pace in Medio Oriente. Questo è importante. Accogliamo con favore l'aspirazione dell'Europa e contribuiamo a raggiungere questo obiettivo. Per progredire, tuttavia, è necessaria la forma più vicina di cooperazione, e questo deve essere basato sulla fiducia, trasparenza e imparzialità. L'etichettatura dei prodotti israeliani, non contribuirà a questo fine. Ci viene detto che l'impatto economico di tale etichettatura dovrebbe essere piccolo. E il passo è presumibilmente non inteso come un boicottaggio. Ma vedendo negozi europei etichettare prodotti ebraici riporta alcuni ricordi molto dolorosi per molti israeliani. E punge che ci viene scelto per un trattamento speciale. Mentre noi completamente rispettiamo che l'UE deve applicare la propria acquis, questo lo rende molto difficile sfuggire alla conclusione che si tratta di un passo politico, con il messaggio spiccatamente politico che Israele è da biasimare e punito per la stagnazione del processo di pace. In Israele è difficile spiegare come questo, concettualmente, potrebbe contribuire a colloqui di pace del calcio d'inizio. Né sembra essere un messaggio attuale. Il Medio Oriente è in fiamme, con le guerre infuriano in Siria, Iraq, Libia e Yemen. Queste guerre sono diventate magneti per Daesh e Hezbollah islamici, impegnati nel massacro di civili a caso. Siamo di fronte ad una crisi senza precedenti di rifugiati. E in questi tempi l'Unione europea ritiene opportuno, con il pretesto del diritto del consumo, di schiaffeggiare quasi-sanzioni contro Israele, l'unico stato della regione la cui costituzione abbraccia e difende i valori propri dell'Europa (Cija) Per Israele la chiave per una due-stati-per-due-popoli soluzione sta nell'ottenere garanzie ferree per la sua sicurezza. Quello che speriamo di ricevere dai nostri partner all'estero è un certo aiuto nella ricerca di questi. La sicurezza è e resterà sempre il nostro Gold Standard. Il problema che dobbiamo affrontare è che in una regione piena di sangue e pieno di il settarismo, questo è più difficile da raggiungere. Già, cellule terroristiche ISIL affiliate operano dall'interno della Striscia di Gaza. Ci sono altre sfide che l'UE potrebbe contribuire a far fronte. La leadership palestinese rimane esitante, diviso e non vuole sedersi al tavolo. Netanyahu ha ora offerto più volte di tenere colloqui diretti con il presidente Abbas su un due-stati-per-due-popoli soluzione, senza fissare condizioni preliminari. Lo ha fatto di recente, l'Assemblea generale dell'ONU a New York. Ma quanto è successo? Invece di impegnarsi con noi direttamente, ciò che stiamo ottenendo da parte del presidente Abbas sono dichiarazioni sbandieratori audaci e altri imbrogli unilaterali. Ciò che serve è per l'Unione europea per aiutare convincere il presidente palestinese Mahmoud Abbas di accettare colloqui diretti. Senza tali colloqui non vi può essere alcun progresso, nemmeno un inizio. Ciò che è necessario è che l'UE utilizzare la sua influenza per contribuire a porre fine alla serie di attacchi contro cittadini israeliani delle ultime settimane, tra gli altri ottenendo i leader palestinesi per attenuare la loro retorica di divisione. Ciò che serve è per l'Unione europea a fare di più per aiutare disarmare Gaza, mentre aiutando l'Autorità palestinese a riprendere il controllo della Striscia. Mentre la legislazione sull'etichettatura è un diversivo, una distrazione dolorosa, gli ultimi passaggi aumenterebbe le prospettive di successo in modo tangibile e pratico. Non vi è alcun dubbio l'Europa è in grado di dare un contributo significativo al processo di pace in Medio Oriente. Ma abbiamo bisogno di cogliere l'ortica, non iniziare un altro gioco di fumo e specchi. Spostare la pace in avanti in fase di stallo processo sarà già abbastanza difficile così com'è. David Walzer è l'Ambasciatore di Israele presso la UE e la NATO. Questo articolo è originariamente apparso su www.politico.com.
==================
Arab-Israeli Knesset Members Incite Violence Over Temple Mount. Israel: Arab MKs incite violence over Al Aqsa Mosque Pubblicato il 30 ott 2015. Middle East correspondent Igal Hecht reports for TheRebel.media: Palestinian claims that Israel wants to change the status of the Temple Mount have intensified attacks on Jews in Israel. Also known as the Al Aqsa Mosque, the Temple Mount is sacred to both Muslims and Jews. President Netanyahu says there are no change to alter the status quo, but who is? TheRebel.media crew interviewed leaders of the Joint List (Arab) Party, who Israel accuses of inciting the current violence by focusing on the status of the Al Aqsa Mosque. They insist that it should be accessible to Muslims only. Camera: Lior Cohen Subtitles: Jonathan Dahoah Halevi PLEASE DONATE TO SUPPORT TheRebel.media's first hand coverage of Israel and the Middle East! http://www.therebel.media/israel_projects_crowdfunding
Our Middle East correspondent Igal Hecht's fact-based, pro-Israel reports will never air on CTV or CBC-- But you can SIGN UP to get them FREE: http://www.therebel.media/IsraelNews ] [ https://youtu.be/KNM9RMRdJOs
Palestinian incitement continues to make use of lies that Israel wants to change the status quo on the Temple Mount. Palestinian terrorists are acting on lies that they are being fed. Prime Minister Netanyahu has said repeatedly that Israel is NOT trying to change the status quo of the Temple Mount. Israeli Arab MK’s have been notorious in inciting violence, especially MK Haneen Zoabi, as is shown here. What’s really happening is the Palestinian leadership is using the Temple Mount as an excuse to murder Jews. So now it’s time for real action.
==============
https://youtu.be/KNM9RMRdJOs ] tutti dovranno tacere [ Israel: Arab MKs incite violence over Al Aqsa Mosque, quando ISRAELE riconoscerà Il Suo Re Unius REI, poi, sentiranno anche la mia voce: e loro taceranno tutti! Perché la sapienza e la giustizia di Unius REI non può essere affrontata! quando ISRAELE riconoscerà il suo Re Unius REI? taceranno in tutto il mondo! perché, la giustizia di Unius REI non può essere affrontata!
==============
la LEGA ARABA ONU AMNESTY SPA Rothschild il Gufo: allah akbar morte a tutti gli infedeli: agenda Talmud, JaBullOn massone fariseo S.p.A. Banche centrali... ha deciso di dichiarare guerra al genere umano, con la sua sharia il nazismo degli assassini seriali manici religiosi, ed ovviamente, questo porta ad una ribellione islamica, contro, il santo proposito di Dio: la fratellanza universale! IN QUESTA SITUAZIONE, noi DOVREMO COMBATTERE PER POTER SOPRAVVIVERE: E MISURE ESTREME SARANNO POSTE IN ESSERE per contrastare l'estremismo islamico: ed il progetto dei sacerdoti di satana GENDER OBAMA DARWIN la scimmia! ] Ma, la volontà di JHWH holy, circa, quello che deve, e che, non deve essere fatto, si manifesta soltanto, nella politica del Regno delle 12 Tribù di Israele, tutto il resto è un parlare inutile! [ Rabbi Yehuda Glick, a man who was blessed with a miraculous recovery after an Arab terrorist tried to assassinate him over his activities, explains why it is important to make Jews "part of the scenery" on the Temple Mount.As much as this video shows the incredible miracle of Yehuda Glick’s survival, it shows his overwhelming passion for the Temple Mount.What the world doesn’t understand is the deep-rooted Jewish connection to the Temple Mount, the holiest site in Judaism.Glick’s mission is to bring about a renewed Jewish presence to this site, opposing the controversy and an Arab world that is offended by the presence of a Jew on this holy land.Come and meet this unbelievable man and learn about his holy mission. Rabbi Yehuda Glick, un uomo che è stata benedetta con una miracolosa guarigione dopo un terrorista arabo tentò di assassinare lui sulle sue attività, spiega perché è importante rendere gli ebrei "parte del paesaggio" sul Monte del tempio. Come questo video mostra l'incredibile miracolo di sopravvivenza di Yehuda Glick, Mostra la sua passione travolgente per il Monte del tempio.Quello che il mondo non capisce è la radicata connessione ebraica al Monte del tempio, il luogo più sacro dell'ebraismo. Missione di Glick è quello di portare su una rinnovata presenza ebraica a questo sito, contrapponendo la polemica e un mondo arabo che è offeso dalla presenza di un ebreo su questa terra Santa. Vieni a conoscere quest'uomo incredibile e conoscere la sua sacra missione.
======================


 19/09/2014 Vittima di ricatto a luci rosse, prete si suicida [ CARO PAPA FRANCESCO, QUALE GESù RISORTO è APPARSO A TE, DOPO LO SCISMA CON LA CHIESA ORTODOSSA, E TI HA DETTO: " TUTTO QUELLO CHE LA CHIESA HA FATTO IN QUESTI 1000 ANNI? è SBAGLIATO! TUTTI I PRETI DIOCESANI VANNO CASTRATI! " SE, ALL'ONU: NON ERANO DIVENTATI GLI JIHADISTI MASSONI FARISEI: DELLA SHARIAH: PER ROVINARE IL GENERE UMANO? è PROPRIO LI, CHE, IO TI AVREI DOVUTO DENUNCIARE!
Il sacerdote della diocesi di Perugia aveva denunciato e fatto arrestare un romeno di 22 anni
Vittima di ricatto a luci rosse, prete si suicida.
Alla fine l'unica via di uscita è sembrata essere il suicidio: questa la decisione di un sacerdote, trovato morto a Perugia, che nei giorni scorsi aveva denunciato di essere stato vittima di una estorsione a luci rosse da parte di un romeno di 22 anni. Secondo una prima ipotesi dei carabinieri, l'uomo si sarebbe suicidato poiché troppo forte la pressione e l'umiliazione degli ultimi giorni. Qualche giorno fa l'anziano sacerdote si era rivolto ai carabinieri dichiarando che il ragazzo l'avrebbe ricattato chiedendo quattro mila euro per non rendere pubblico il loro rapporto. Nelle mani del giovane, ospitato qualche tempo prima dal prete perché in difficoltà, anche una foto che ritraeva i rapporti diventati "più intimi" tra i due.
Ma il ragazzo smentisce sia il tentativo di estorsione che i rapporti sessuali con il prete: tentativo comunque vano poiché martedì i carabinieri lo hanno fermato prima che si concretizzasse lo scambio e inoltre ci sono alcune intercettazioni che lo inchioderebbero.
Ieri mattina il ventiduenne si è presentato davanti al giudice Luca Semeraro per le indagini preliminari del tribunale: la notizia della morte del prete è arrivata proprio mentre era in corso l'udienza di convalida del fermo. "Il mio assistito non si è probabilmente nemmeno reso conto di quanto stava accadendo" ha detto il difensore del giovane, l'avvocato Giacomo Manduca. "E' finito in una storia più grande di sè", ha aggiunto il legale. Francesca Ceccarelli
http://www.ilgiornaleditalia.org/news/cronaca/858349/Vittima-di-ricatto-a-luci-rosse.html
=====================
OPEN LETTeR TO PAPA FRANCESCO [ BUON GIORNO ] IN NULLA, E PER NULLA, IL MIO MINISTERO POLITICO UNIVERSALE DI UNIUS REI, PUò ESSERE QUALCOSA, CHE, APPARTIENE ALLA CHIESA CATTOLICA, PIù DI COME: POSSA APPARTENERE, A TUTTI GLI ALTRI: In tutto il GENERE UMANO! ] UNIUS REI è UNA GIURISDIZIONE POLITICA: DEL REGNO DI DIO: METAFISICA UNIVERSALE: CHE, NON SI FONDA IN MODO RELIGIOSO, MA, CHE, SORGE SUL FONDAMENTO, DELLA LEGGE NATURALE E DELLA LEGGE UNIVERSALE! QUINDI, NON PERSEGUE OBIETTIVI DI TIPO RELIGIOSO, MA, SOLTANTO OBIETTIVI DI TIPO LAICO E POLITICO! IO, CONTRO, IL MIO VESCOVO: MONS FRANCESCO CACUCCI, IO RIVENDICO LA mia AUTONOMIA politica, come è per tutti i CRISTIANI IN POLITICA! in a world of: Pharisees, UN: Illuminati: Satanists Freemasons CIA, World Bank: Gmos Talmud Agenda: A.I.; synthetic biology: the OWL God Boheian Grove, Gender gay lobby imperialism, which, of course, will kill Israel, EU, Russia, China, will break up, even ruthless dictators, Communists, paranoid, Islamic Ottoman Caliphate Saudi ARABIA League IsIs, Boko Haram, shariah nazi, can represent a resource: for the salvation of mankind!
dalla unità di Italia ad oggi: mai ci siamo così vergognati di essere italiani: Merkel Rothschild Bildenberg, Fmi, Troika, Bce, Spa, con le loro truffe monetarie, spoliazione di sovranità monetaria, ecc.. ci hanno lasciato in mutande! ]] NOI FAREMO LA GUERRA MONDIALE, DI CRIMINALI MORTI DI FAME, CHE, muoiono per l'impero GENDER GAY di Rothschild, e che, HANNO UN BESTIALE: TORTO MASSONICO SU TUTTO, come complici NATO: dei peggiori crimini della storia del genere umano: in Iraq, Cosovo, Siria, dove, proprio noi abbiamo sterminato tutti i cristiani, come complici della LEGA ARABA! .. e ANCHE, CONTRO ISRAELE, NOI SIAMO INGRATI, PEZZI DI MERDA! La crisi attanaglia i più piccoli: povero 1 bambino su 3.
dans un monde de : pharisiens, ONU: Illuminati : satanistes franc-maçons CIA, Banque mondiale: OGM Talmud l'ordre du jour: A.I. ; biologie synthétique : le hibou Dieu Boheian Grove, l'impérialisme lobby gay sexe qui, bien sûr, va tuer Israël, UE, Russie, Chine, se scindera, même impitoyables dictateurs, communistes, paranoïaque, islamique Ottoman califat Arabie saoudite Ligue IsIs, Boko Haram, nazi de la charia, peut représenter une ressource : pour le salut de l'humanité !
in un mondo di: farisei, Onu: Illuminati: Satanisti massoni CIA, Banca Mondiale: Gmos Talmud Agenda: A.I.; biologia sintetica: dio gufo al Boheian Grove Gender, che, certamente, disintegreranno Israele UE, Russia, Cina, anche, spietati dittatori: comunisti, paranoici, islamici: Lega ARABIA califfato ottomano saudita IsIs, Boko Haram, shariah nazi, possono rappresentare una risorsa: per la salvezza del Genere umano!
===================
 dalla unità di Italia ad oggi: mai ci siamo così vergognati di essere italiani: Merkel Rothschild Bildenberg, Fmi, Troika, Bce, Spa, con le loro truffe monetarie, spoliazione di sovranità monetaria, ecc.. ci hanno lasciato in mutande! ]] NOI FAREMO LA GUERRA MONDIALE, DI CRIMINALI MORTI DI FAME, CHE, HANNO UN BESTIALE: TORTO MASSONICO SU TUTTO.. ANCHE, CONTRO ISRAELE, NOI SIAMO INGRATI, PEZZI DI MERDA! [ Giù al Nord, dove tira forte il vento della crisi
La crisi arriva pure sotto l'albero di Natale
Poveri figli nostri...
Renzi porta alla fame 4 milioni di italiani
La crisi 'uccide' i bambini italiani
Vivere in macchina da undici mesi
http://www.ilgiornaleditalia.org/news/economia-finanza/860549/La-crisi-attanaglia-i-piu-piccoli.html
==============================
Lê Nhân Chính ] Hoàng Vy: Nội dung của thông điệp mà tổ chức xã hội nhân sự đưa ra dịp kỉ niệm ngày quốc tế nhân quyền gồm có 5 nội dung chính.
Thứ nhất là phản đối hành vi xâm phạm nhân quyền của nhà cầm quyền cộng sản Việt Nam trên pháp luật cũng như trên hành xử. Thứ hai, yêu cầu nhà cầm quyền Việt Nam sửa lại Hiến pháp và luật lệ theo đúng tinh thần của bản tuyên ngôn luật pháp nhân quyền. Thứ ba, yêu cầu nhà cầm quyền trả tự do ngay tức khắc và vô điều kiện cho tất cả các tù nhân lương tâm. Thứ tư, yêu cầu nhà cầm quyền chấm dứt việc sử dụng bạo lực để chống lại các nhà hoạt động cho nhân quyền. Thứ năm, yêu cầu nhà cầm quyền phải tôn trọng những quyền tự do căn bản của con người.
Thứ nhất là phản đối hành vi xâm phạm nhân quyền của nhà cầm quyền cộng sản Việt Nam trên pháp luật cũng như trên hành xử. Thứ hai, yêu cầu nhà cầm quyền Việt Nam sửa lại Hiến pháp và luật lệ theo đúng tinh thần của bản tuyên ngôn luật pháp nhân quyền...
Hoàng Vy, Hải Ninh: Theo chị trong 5 điểm đó thì điểm nào chính phủ Việt Nam làm được ngay?
Hoàng Vy: Trong 5 điểm đó nếu thực tâm muốn thay đổi thì thay đổi được lập tức cả 5 điểm đó ngay bây giờ, nhưng mà để giữ được sự độc tài lãnh đạo của họ thì họ không muốn thay đổi. Chỉ có những điều họ có thể thay đổi để trao đổi với thế giới là trả tự do cho các tù nhân lương tâm để mà đổi lấy những vấn đề ngoại giao của họ.
Huang Wei: il contenuto del messaggio che le organizzazioni sociali umane devise celebrare la giornata internazionale dei diritti umani consiste di 5 contenuto principale.
Il primo è contro le violazioni dei diritti umani delle autorità comuniste del Vietnam sulla legge, così come sull'atto. Lunedì, autorità chiesero che Vietnam rivisto la costituzione e le leggi in conformità con lo spirito della dichiarazione di legge sui diritti umani. Martedì, chiedendo alle autorità libere immediatamente e incondizionatamente tutti i prigionieri di coscienza. Mercoledì, chiedendo alle autorità porre fine all'uso della violenza contro gli attivisti dei diritti civili. Giovedì, chiedendo alle autorità di rispettare le libertà fondamentali delle persone.
Il primo è contro le violazioni dei diritti umani delle autorità comuniste del Vietnam sulla legge, così come sull'atto. Lunedì, autorità chiesero Vietnam rivisto la costituzione e le leggi in conformità con lo spirito della dichiarazione dei diritti dell'uomo di legge e...
Huang Wei Hai Ninh: secondo mia sorella nel punto 5 punto governo Vietnam fatto bene?
Huang Wei: 5 punti se la mente vuole cambiare, le modifiche vengono immediatamente entrambi i 5 punti adesso, ma per mantenere i dittatori della loro leadership, non vogliono cambiare. Solo le cose in che possono cambiare il mondo cambio per la libertà dei prigionieri di coscienza così che in cambio dei loro problemi diplomatici
=====================================
 Malatya murder trial defendants exploit Turkish government 'witch-hunt'
 Malatya murder trial postponed again
 Malatya murder suspects to be set free
 Turkish military linked to Christian murders
 Prosecutor yanked from Turkish Christian murder trials
Second Turkish trial implicates authorities in planned attack on church leaders
Published: November 04, 2014 by Damaris Kremida
https://www.worldwatchmonitor.org/2014/11/3460940/
Oleg Severghin. 1 dicembre 2014, Esce Van Rompuy. Entra Tusk [[ fin dove può spingersi il Consiglio Massonico Europeo: Rothschild Bilenberg, nella distruzione della Europa Cristiana? ]] Il 1 dicembre 2014 il primo presidente vero del Consiglio europeo, Herman Van Rompuy, che ha svolto le sue mansioni per due mandati consecutivi (5 anni in tutto), si è dimesso ufficialmente. Gli subentra l'ex primo ministro della Polonia Donald Tusk. Se il primo era visto dagli esperti come "uomo ombra", il suo successore è considerato un politico dai modi più radicali e fautore della solidarietà euroatlanica. A proposito, in inglese la parola "tusk" significa "zanna".
Gli esperti fanno ricordare che Van Rompuy aveva assunto la direzione del Consiglio il 1 dicembre 2009 in concomitanza con l'entrata in vigore del Trattato di Lisbona. Proprio questo documento ha ufficializzato la carica di presidente del Consiglio europeo. Se in precedenza il Consiglio era presieduto da un rappresentante del paese che aveva la presidenza dell'UE, che cambiava ogni 6 mesi, a partire dal 2009 viene eletto dai membri del Consiglio con maggioranza qualificata e rimane in carica per 2,5 anni e può essere rieletto per la seconda volta – possibilità che è stata usata dal primo "presidente" dell'Europa unita.
Di solito non si usa parlare male di chi si dimette, tanto più che Van Rompuy ha confessato che gli mancherà la carriera politica eruropea. D'altra parte, durante la sua permanenza in carica a Bruxelles guai grossi non ci sono stati. Come ha scritto 5 anni fa, alla vigilia della nomina di Van Rompuy, il tedesco "Die Tageszeitung", scegliendo il belga come presidente del Consiglio i leader europei hanno dimostrato di aver un'idea piuttosto "vaga" di questa nuova carica istituita dal Trattato di Lisbona. Nella loro visione il nuovo presidente del Consiglio doveva fare quello che aveva fatto in Belgio, e cioè, ricomporre le controversie, cercare i compromessi e operare per il consenso, restando dietro le quinte. Ai leader non serviva una figura che avrebbe potuto lasciarli all'ombra. Herman Van Rompuy è stato fedele al ruolo che gli era riservato. Lui stesso ne ha parlato con franchezza pressoché sconcertante: "La mia opinione personale è assolutamente secondaria rispetto a quello che pensa il Consiglio europeo. Quello che penso io non ha alcuna importanza. Il mio ruolo è quello di cercare un approccio comune". Politici e esperti vedono in modi diversi questo atteggiamento da parte di Van Rompuy. Due anni fa la stampa europea ha commentato la frase detta a Van Rompuy dal leader delle destre inglesi Nigel Farage: "Il suo è un carisma da straccio bagnato!"
Comunque sia, durante tutta la sua permanenza in carica Van Rompuy è riuscito a restare imperturbabile. Secondo Ervan Fuere del Centro europeo di studi politici di Bruxelles (CEPS), Van Rompuy ha dimostrato uno "standard molto alto della funzione di presidente". Il suo impegno, spesso non molto visibile, e il suo approccio "non molto esigente ma di grande fermezza" per raggiungere il consenso, gli hanno procurato la stima di tutta l'UE e della comunità internazionale.
Al momento è difficile dire che se l'approcio di Van Rompuy sarà condiviso anche da Donald Tusk. Quando si parla del polacco, spesso si usano definizioni come "duro" e "radicale". C'è chi pensa addirittura che l'elezione dell'ex primo ministro della Polonia sia un successo degli USA, perché in un'intervista al britannico Financial Times Tusk ha detto che per lui la Russia non è un "partner strategico", ma un "problema strategico" per tutta l'Europa.
Queste sue parole però potrebbero essere solo dei convenevoli. Le vere sfide per il Consiglio europeo sono il deterioramento della situazione economica, la proliferazione dell'euroscetticismo e la crisi ucraina, ma secondo Serghei Utkin, esperto del Centro di analisi situazionale dell'Accademia delle scienze russa, le qualità personali di Tusk non potranno essere decisive per risolvere questi problemi: Un'altra persona significa altre qualità personali, altro temperamento, ecc. C'è da capire però che, il capo del Consiglio europeo esprime la posizione formulata attraverso la discussione tra gli Stati membri. Il suo principale compito è quello di favorire il consenso. In questo senso hanno importanza non tanto le sue convinzioni personali, quanto la sua capacità di prescindere da esse.
Alla vigilia della sua entrata in carica, Donald Tusk ha detto che una delle sue priorità sarà la necessità di conferire ai rapporti con la Russia quel grado di "sensibilità" che esiste nei paesi dell'Est europeo. Ma riuscirà a sensibilizzare tutti e 28 i membri dell'UE?
 http://italian.ruvr.ru/2014_12_01/Esce-Van-Rompuy-Entra-Tusk-7826/
Before Taseer could convey the petition to the president, his own police guard killed him Jan. 4, 2011 on account of his support Noreen and his characterization of the blasphemy laws as "black laws." Two months later, the only Christian member of the cabinet, Shahbaz Bhatti, was killed. Bhatti had supported Noreen and sought to reform Pakistan's blasphemy laws, which often are used to settle personal scores and pressure religious minorities.
The Lahore High Court began hearing the appeal in March this year, but the case kept circulating among several judges who postponed its hearing. Legal sources told World Watch Monitor that judges were unwilling to decide the case because of fear of reprisal from extremist elements.
Most of Thursday's four-hour hearing was given over to arguments made by Noreen's counsel, Naeem Shakir. The judges, Muhammad Anwar-ul-Haq and Shahbaz Ali Rizvi, postponed all other cases scheduled for the day. The complainant in the case, Muslim cleric Muhammad Saalam, was presented along with a few other men in the court. Saalam was represented by a group of lawyers headed by Ghulam Mustafa Chaudhry, a Supreme Court lawyer and president of the Khatme Nabuwat (Finality of Prophethood) Lawyers' Forum.
Shakir argued that Noreen's trial-court conviction had been based on hearsay, as Salaam himself did not witness the exchange between Noreen and her co-workers. He said it was at a local village council, or panchayat, where Noreen was forced to confess the alleged instance of blasphemy. The judges categorically stated that Pakistani law would not take into account any such confession made to a random group, and they set aside evidence of all the witnesses related to the village council.
The court, however, said that there were two sisters -- Mafia Bibi and Asma Bibi -- who had appeared in the trial court and testified they had witnessed the incident of alleged blasphemy. Shakir told the court that on the day it happened, Noreen had brought some water for other fieldworkers, and that the sisters refused to take it, saying they could not take water from the hands of a Christian woman.
Shakir said a quarrel arose between Noreen and the two women, which later was made to appear as a religious conflict. He said the nature of the quarrel had its source in the Hindu caste system (in which most Pakistani Christians are considered "untouchable") than a conflict between the Christian and Islamic faiths.
Shakir said the evidence from the two sisters should have been corroborated by some independent evidence in the trial court, as these two sisters would have been prejudiced towards her. The appeals judges, however, observed that sisters' testimony should have been challenged at the trial court, rather than taken up at the appellate court.
Attorney S. K. Chaudhry, who represented Noreen at her trial, told the appeals judges Thursday that as a Muslim he could not repeat the blasphemous words, so he did not cross-examine the two sisters because it involved discussing those blasphemous statements. One of the appeals judges responded that "in the process of administration of justice we need to be 'secular.'"
Shakir was more successful when he argued the trial court had a religious bias against Noreen. Referring to the argument that took place between Noreen and two sisters, the trial court had noted the following:
"So, the question arises, what type or nature of hot words would be there in between Christian and Muslim ladies when the quarrel started from the refusal of drinking water by the Muslim ladies from the hands of a Christian lady. So, the phenomenon was ultimately switched into a religious matter and 'hot words' could not have been anything other than the blasphemy."
Judge Anwar-ul-Haq brushed aside the trial judge's observation, saying no judge in the world could infer whether "hot words" could be construed as blasphemy, or not.
Shakir also informed the court that the original complaint, known as a first information report (FIR), had been lodged by the cleric Salaam five days after the quarrel. He argued that, during the trial, the only reason given for the delay was "deliberation and consultation," and said Salaam had acknowledged this in the trial court.
He said other appeals courts have ruled that if a delay in lodging an FIR is due to consultation and deliberation, the complaint should be dismissed. On Thursday, the appeals judges overruled Shakir's argument, saying Noreen's trial counsel hadn't challenged this delay in the trial court, and therefore could not be taken up on appeal.
Shakir attempted to argue that the trial court did not have jurisdiction over Noreen's case, citing a 1991 decision by Pakistan's Federal Shariat Court that blasphemy cases, covered by Section 295-C of Pakistan Penal Code, came under Islamic shariah law. Referring to the landmark judgement he quoted the following words from the judgement:
"The contention raised is that any disrespect or use of derogatory remarks etc. in respect of the Holy Prophet comes within the purview of hadd (losely translated as 'Islamic law') and the punishment of death provided in the Holy Qur'an and Sunnah cannot be altered."
He said witnesses in Noreen's case should have had been tried under the special Islamic law of evidence, known as Tazkiya-tul-Shahood and the witnesses must meet the Islamic criterion of piety and religious observance.
If that were true, responded appeals judge Anwal-ul-Haq, the entire trial of Noreen should be declared unlawful. The judges then studied the Shariat Court's ruling, but did not declare any finding.
Following the hours of argument, and without further deliberation, the judges announced "the appeal is hereby rejected," which prompted jubilation among the lawyers representing the prosecution and Salaam, the original complainant.
After the hearing, Shakir told World Watch Monitor the court should have given weight to the serious flaws in the judgment and what he called the "biased mindset" of the trial court. He said with the passing of time it had become difficult for higher court judges to dispense justice, which, he said, "is increasingly in the hands of the extremists."
Though Noreen has been held in prison for the past five years, safety has been a serious issue for her. Her husband, Ashiq Masih, and their three children live in hiding in another city. In December 2010, a prominent Islamic cleric in Pakistan offered half a million Pakistani rupees (roughly US $5,000) for anyone who could kill Noreen. Since then, security around her has been increased in prison.
Masih told World Watch Monitor he's hopeful the Supreme Court will provide justice to Noreen and that she will be released soon.
Pakistan's judges have occasionally faced the wrath of countrymen upset with their decisions concerning blasphemy. Judge Pervez Ali Shah, who gave the death penalty to the guard who killed Salmaan Taseer, fled Pakistan after issuing his decision. Justice Arif Bhatti, who had acquitted two Christians in a 1995 blasphemy case, was killed in his office in 1997.
In its most recent annual report, the US Commission on International Religious Freedom, and advisory body to Congress, urged the government of Pakistan to "place a moratorium on the use of the blasphemy law until it is reformed or repealed" and to unconditionally pardon and release those accused under that law. The law is widely popular, however, putting pressure on the government, including the courts, to preserve it.
Lorenzo Scarola · Teologico dell'Italia Meridionale
Pakistan court upholds death penalty for Asia Bibi despite serious legal loophole in trial. Published: October 17, 2014 by Asif Aqeel
First Christian woman in Pakistan to be condemned for blasphemy. The first Christian woman to be sentenced to death under Pakistan's blasphemy laws had her appeal rejected by the High Court in Lahore on Thursday.
Aasiya Noreen, commonly known as Asia Bibi, received the death penalty in 2010 after she allegedly made derogatory comments about the Prophet Mohammed during an argument with a Muslim woman.
While the two women were working together, the Muslim woman had refused water from Noreen on the grounds that it was unclean because it had been handled by a Christian.
The Muslim woman, together with her sister, were the only two witnesses in the case, but the defence failed to convince the appeals judges that their evidence lacked credibility.
Noreen, first arrested in the summer of 2009, has already spent five years in prison. Her defence team has one more opportunity to appeal her case by taking it to Pakistan's Supreme Court.
Noreen was accused of blasphemy against the Prophet of Islam and the Qur'an in June 2009, when she was working in the fields as a laborer in Sheikhupura. A religious argument broke out between her and her co-workers after she brought water for one of them. One of her co-workers objected that the mere touch of a Christian had made the water haram, or religiously forbidden for Muslims. Noreen was told to convert to Islam in order to become purified of her ritual impurity. Her rejoinder was perceived as an insult of Islam and hence she was accused of committing blasphemy.
Muhammad Amin Bukhari, the Superintendent of Police who investigated Noreen's case, testified in the trial court that the religious argument broke out over the drinking water, and not about the Prophet or the Koran. The trial court judge nonetheless convicted her and gave her the death penalty.
The case attracted international attention, and Noreen has had some high-profile supporters.
Ashiq Masih, husband of Asia Noreen, and their two daughters in a 2010 photo
Pope Benedict XVI appealed to the Pakistani government for clemency. The then-Governor of the Punjab, Salmaan Taseer, went to meet Noreen in prison and prepared a petition for mercy, which he had intended to submit to the President of Pakistan.
========================
QUESTO è MOLTO GRAVE! QUESTA NOTIZIA POTREBBE FARE PIACERE, soltanto, AI SATANISTI FARISEI AMERICANI ROTHSCHILD 322 BUSH, IL PARTITO DELLA GUERRA MONDIALE NUCLEARE! ] Miller: il progetto "South Stream" è chiuso. Mosca rinuncia al gasdotto "South Stream", il progetto è chiuso, ha dichiarato lunedì il capo della società russa Gazprom Alexey Miller.
Società controllata da Gazprom costruirà il ramo serbo di "South Stream"
3 luglio, 17:58
In Bulgaria dato il via alla costruzione del gasdotto "South Stream"
1 novembre 2013, 00:21
Il "South Stream" ridurrà i rischi di transito del gas russo verso l'Europa
26 novembre, 19:24
"Gazprom" farà di tutto che l'Europa non abbia problemi con il gas
17 maggio, 20:20
"Le sanzioni UE contro la Russia non fermeranno il South Stream"
5 agosto, 00:33
Ungheria: non vi è alternativa al gasdotto "South Stream"
15 maggio, 21:42
Gazprom: "South Stream" è nell'interesse di tutti i Paesi del progetto
27 giugno, 17:30
La Commissione Europea cerca di ritardare la costruzione di "South Stream"
========================
QUESTO è MOLTO GRAVE! ] Miller: il progetto "South Stream" è chiuso. Mosca rinuncia al gasdotto "South Stream", il progetto è chiuso, ha dichiarato lunedì il capo della società russa Gazprom Alexey Miller.
"Finito, il progetto è chiuso", ha detto Miller, rispondendo alle domande dei giornalisti sulla decisione finale sul gasdotto "South Stream". In precedenza il Presidente russo Vladimir Putin ha annunciato che la Russia nelle circostanze attuali non può continuare l'attuazione del progetto "South Stream".
Il gasdotto che doveva collegare la Russia all'Europa meridionale, passando sotto il Mar Nero. L'impianto avrebbe dovuto essere inaugurato il prossimo anno, ma l'Unione Europea ha sollevato degli ostacoli.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_12_01/Miller-il-progetto-South-Stream-e-chiuso-9653/
tutto l'amore di hitler, [Saloth Sar, noto come Pol Pot], delle nostre merkel mogherini, usurocrazia bidenberg rothschild troika, nel Donbass, QUESTO è MOLTO GRAVE! ] Donetsk: i militari ucraini non fanno passare i generi alimentari nel Donbass. Circa il 70% dei posti di blocco ucraini non fanno passare i generi alimentari nel Donbass, il trasporto passeggeri funziona ancora senza ostacoli, come il trasporto ferroviario merci, ha riferito il ministro dei Trasporti della Repubblica Popolare di Donetsk Semen Kuzmenko. La settimana scorsa il ministro degli Esteri russo Sergej Lavrov ha dichiarato che la Russia interviene per favorire la stabilizzazione dei contatti tra Kiev e Donetsk e Lugansk, il blocco economico della regione non contribuisce a de-escalation della situazione.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_12_01/Donetsk-i-militari-ucraini-non-fanno-passare-i-generi-alimentari-nel-Donbass-6058/
1 dicembre 2014, Ucraina, che, HA SEMPRE UCCISO, TORTURATO, IMPRIGIONATO SENZA MOTIVI i giornalisti, ORA HA DECISO, CHE, saranno accompagnati dai militari UCRAINI, PER ESSERE AIUTATI: NELLA HOLLYWOOD NTO CIA 322, LA IDEOLOGIA: I CANNIBALI DEL SISTEMA MASSONICO NWO FMI! ] [ Ucraina, i giornalisti saranno accompagnati dai militari. I giornalisti recatisi nella zona dell'operazione speciale nel sud-est dell'Ucraina da ora in poi saranno accompagnati dai militari, perché secondo Kiev, nel Donbass viene condotta una vera "caccia" ai rappresentanti dei media, riferisce l'ufficio stampa delle forze ucraine lunedì sulla sua pagina Facebook.
Dall'inizio dell'operazione militare nel sud-est del Paese sono stati uccisi 4 giornalisti russi, un fotoreporter italiano e un giornalista ucraino.
Inoltre, all'inizio della settimana scorsa nel Donbass è stato ferito il giornalista britannico Graham Phillips, che ha lavorato con il canale russo "Zvezda". In precedenza Phillips più di una volta è stato detenuto dai militari ucraini.
 http://italian.ruvr.ru/news/2014_12_01/Ucraina-i-giornalisti-saranno-accompagnati-dai-militari-6549/
29/11/2014 08:33 Vilipendio: Orlando guarda
Gasparri chiede conto al ministro dei vari casi di grillini che hanno offeso il capo dello Stato, finora senza conseguenze. A differenza di Storace, Vilipendio: Orlando guarda
Gasparri chiede conto al ministro della denuncia presentata sui casi di vari esponenti grillini
Vilipendio, Orlando per ora resta a guardare
Cosa sa il ministro della Giustizia Orlando della denuncia depositata presso la procura di Roma perché si indaghi sui casi di vilipendio al Capo dello Stato in riferimento alle dichiarazioni di Beppe Grillo e di altri esponenti del suo movimento? E' questo quanto chiede il senatore Maurizio Gasparri (Forza Italia), in una apposita interrogazione presentata ieri.
Gasparri fa riferimento alla denuncia, presentata nei giorni scorsi dall'avvocato Marco Di Andrea, con tanto di documentazione allegata, per quelli che lo stesso senatore definisce "evidenti casi di vilipendio a Napolitano. Premesso – aggiunge Gasparri - che per questo reato l'unico verso il quale si è proceduto e ad essere stato condannato è stato Storace, tra l'altro nonostante la dichiarazione di insindacabilità delle opinione espresse dall'allora senatore e nonostante il chiarimento avuto con Napolitano, vorrei sapere in quali altri casi il ministro Orlando intenda procedere. C'è una denuncia che raccoglie dichiarazioni fatte da Grillo e da alcuni esponenti 5 Stelle che hanno gravemente offeso l'onore e il prestigio del Presidente delle Repubblica. Gli epiteti proferiti dai grillini hanno una particolare carica offensiva, in netta violazione dell'articolo 278 del codice penale. Vorrei sapere come Orlando intenda muoversi", conclude il senatore.
E vale la pena ripercorrere, in rapida sintesi, le offese rivolte a Napolitano e finora senza alcuna conseguenza penale: nel 2008 Beppe Grillo, che proprio ieri si è definito "un po' stanchino" ma che all'epoca era nel pieno delle forze e delle polemiche, affibbiò al Capo dello Stato il soprannome di "Morfeo". Come ogni guru, Grillo ha poi fatto scuola tra i suoi seguaci; a stretto giro di contumelia, infatti, il deputato Alessandro Di Battista definisce Napolitano : "Un soggetto politicamente indecoroso, presidente indecente politicamente", invitandolo a "fare le valigie e raggiungere l'ospizio dove Berlusconi farà i servizi sociali". Un altro deputato, Manlio Di Stefano, disse: "Mi vergogno ad avere un presidente come lui", paragonando Napolitano a un re che "ha ucciso la democrazia, la Costituzione, il popolo italiano, la Giustizia". "Boia" invece fu l'epiteto rivolto da Giorgio Sorial. Il senatore Mario Giarrusso definì invece il Capo dello Stato "eversore della Costituzione, pericoloso ottantenne che ha affondato la lotta alla mafia". Chissà se queste cose Orlando le sa.

Cosa sa il ministro della Giustizia Orlando della denuncia depositata presso la procura di Roma perché si indaghi sui casi di vilipendio al Capo dello Stato in riferimento alle dichiarazioni di Beppe Grillo e di altri esponenti del suo movimento? E' questo quanto chiede il senatore Maurizio Gasparri (Forza Italia), in una apposita interrogazione presentata ieri.
Gasparri fa riferimento alla denuncia, presentata nei giorni scorsi dall'avvocato Marco Di Andrea, con tanto di documentazione allegata, per quelli che lo stesso senatore definisce "evidenti casi di vilipendio a Napolitano. Premesso – aggiunge Gasparri - che per questo reato l'unico verso il quale si è proceduto e ad essere stato condannato è stato Storace, tra l'altro nonostante la dichiarazione di insindacabilità delle opinione espresse dall'allora senatore e nonostante il chiarimento avuto con Napolitano, vorrei sapere in quali altri casi il ministro Orlando intenda procedere. C'è una denuncia che raccoglie dichiarazioni fatte da Grillo e da alcuni esponenti 5 Stelle che hanno gravemente offeso l'onore e il prestigio del Presidente delle Repubblica. Gli epiteti proferiti dai grillini hanno una particolare carica offensiva, in netta violazione dell'articolo 278 del codice penale. Vorrei sapere come Orlando intenda muoversi", conclude il senatore.
E vale la pena ripercorrere, in rapida sintesi, le offese rivolte a Napolitano e finora senza alcuna conseguenza penale: nel 2008 Beppe Grillo, che proprio ieri si è definito "un po' stanchino" ma che all'epoca era nel pieno delle forze e delle polemiche, affibbiò al Capo dello Stato il soprannome di "Morfeo". Come ogni guru, Grillo ha poi fatto scuola tra i suoi seguaci; a stretto giro di contumelia, infatti, il deputato Alessandro Di Battista definisce Napolitano : "Un soggetto politicamente indecoroso, presidente indecente politicamente", invitandolo a "fare le valigie e raggiungere l'ospizio dove Berlusconi farà i servizi sociali". Un altro deputato, Manlio Di Stefano, disse: "Mi vergogno ad avere un presidente come lui", paragonando Napolitano a un re che "ha ucciso la democrazia, la Costituzione, il popolo italiano, la Giustizia". "Boia" invece fu l'epiteto rivolto da Giorgio Sorial. Il senatore Mario Giarrusso definì invece il Capo dello Stato "eversore della Costituzione, pericoloso ottantenne che ha affondato la lotta alla mafia". Chissà se queste cose Orlando le sa.
=================================
OPEN LETTeR TO PAPA FRANCESCO [ BUON GIORNO ] IN NULLA, E PER NULLA, IL MIO MINISTERO POLITICO UNIVERSALE DI UNIUS REI, PUò ESSERE QUALCOSA, CHE, APPARTIENE ALLA CHIESA CATTOLICA, PIù DI COME: POSSA APPARTENERE, A TUTTI GLI ALTRI: In tutto il GENERE UMANO! ] UNIUS REI è UNA GIURISDIZIONE POLITICA: DEL REGNO DI DIO: METAFISICA UNIVERSALE: CHE, NON SI FONDA IN MODO RELIGIOSO, MA, CHE, SORGE SUL FONDAMENTO, DELLA LEGGE NATURALE E DELLA LEGGE UNIVERSALE! QUINDI, NON PERSEGUE OBIETTIVI DI TIPO RELIGIOSO, MA, SOLTANTO OBIETTIVI DI TIPO LAICO E POLITICO! IO, CONTRO, IL MIO VESCOVO: MONS FRANCESCO CACUCCI, IO RIVENDICO LA mia AUTONOMIA politica, come è per tutti i CRISTIANI IN POLITICA! [ La Bulgaria e la Russia continueranno lo sviluppo del dialogo politico. In Bulgaria si è tenuto un incontro tra il vice ministro degli Affari Esteri della Russia Alexey Meshkov e il ministro degli Esteri bulgaro Daniel Mitov, durante il vertice le parti hanno scambiato opinioni "su una vasta gamma di questioni di cooperazione bilaterale e sugli attuali problemi internazionali". "E' stata confermata l'intenzione di sviluppare il dialogo politico e di aumentare le relazioni negli ambiti commerciali-economici, culturali e umanitari. E' stata discussa la realizzazione dei grandi progetti energetici bilaterali, le prospettive di cooperazione nel settore del trasporto, della cultura e del turismo. E' stato osservato interesse nel miglioramento del quadro giuridico", si dice nel comunicato pubblicato sul sito del dicastero russo.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_12_02/La-Bulgaria-e-la-Russia-continueranno-lo-sviluppo-del-dialogo-politico-5575/
dalla unità di Italia ad oggi: mai, ci siamo così vergognati di essere italiani: Merkel Rothschild Bildenberg, Fmi, Troika, Bce, Spa, con le loro truffe monetarie, spoliazione di sovranità monetaria, ecc.. ci hanno lasciato in mutande! ]] NOI FAREMO LA GUERRA MONDIALE, DI CRIMINALI MORTI DI FAME, CHE, HANNO UN BESTIALE: TORTO MASSONICO SU TUTTO.. ANCHE, CONTRO ISRAELE, NOI SIAMO INGRATI, PEZZI DI MERDA! [[ Russia e Turchia hanno firmato otto documenti bilaterali. Nell'ambito della visita di Stato del Presidente russo Vladimir Putin in Turchia sono stati firmati otto accordi bilaterali, tra cui quelli sulla cooperazione in vari settori dell'economia. Ad Ankara si è tenuta la quinta riunione del Consiglio di cooperazione ad alto livello tra la Federazione russa e la Repubblica di Turchia. La delegazione russa è guidata dal Presidente Vladimir Putin, la turca dal Presidente Tayyip Erdogan. La precedente riunione del Consiglio si è tenuta il 22 novembre 2013 a San Pietroburgo.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_12_02/Russia-e-Turchia-hanno-firmato-otto-documenti-bilaterali-7670/
29/11/2014 08:33 Vilipendio: Orlando guarda
Gasparri chiede conto al ministro dei vari casi di grillini che hanno offeso il capo dello Stato, finora senza conseguenze. A differenza di Storace, Vilipendio: Orlando guarda
Gasparri chiede conto al ministro della denuncia presentata sui casi di vari esponenti grillini
Vilipendio, Orlando per ora resta a guardare
Cosa sa il ministro della Giustizia Orlando della denuncia depositata presso la procura di Roma perché si indaghi sui casi di vilipendio al Capo dello Stato in riferimento alle dichiarazioni di Beppe Grillo e di altri esponenti del suo movimento? E' questo quanto chiede il senatore Maurizio Gasparri (Forza Italia), in una apposita interrogazione presentata ieri.
Gasparri fa riferimento alla denuncia, presentata nei giorni scorsi dall'avvocato Marco Di Andrea, con tanto di documentazione allegata, per quelli che lo stesso senatore definisce "evidenti casi di vilipendio a Napolitano. Premesso – aggiunge Gasparri - che per questo reato l'unico verso il quale si è proceduto e ad essere stato condannato è stato Storace, tra l'altro nonostante la dichiarazione di insindacabilità delle opinione espresse dall'allora senatore e nonostante il chiarimento avuto con Napolitano, vorrei sapere in quali altri casi il ministro Orlando intenda procedere. C'è una denuncia che raccoglie dichiarazioni fatte da Grillo e da alcuni esponenti 5 Stelle che hanno gravemente offeso l'onore e il prestigio del Presidente delle Repubblica. Gli epiteti proferiti dai grillini hanno una particolare carica offensiva, in netta violazione dell'articolo 278 del codice penale. Vorrei sapere come Orlando intenda muoversi", conclude il senatore.
E vale la pena ripercorrere, in rapida sintesi, le offese rivolte a Napolitano e finora senza alcuna conseguenza penale: nel 2008 Beppe Grillo, che proprio ieri si è definito "un po' stanchino" ma che all'epoca era nel pieno delle forze e delle polemiche, affibbiò al Capo dello Stato il soprannome di "Morfeo". Come ogni guru, Grillo ha poi fatto scuola tra i suoi seguaci; a stretto giro di contumelia, infatti, il deputato Alessandro Di Battista definisce Napolitano : "Un soggetto politicamente indecoroso, presidente indecente politicamente", invitandolo a "fare le valigie e raggiungere l'ospizio dove Berlusconi farà i servizi sociali". Un altro deputato, Manlio Di Stefano, disse: "Mi vergogno ad avere un presidente come lui", paragonando Napolitano a un re che "ha ucciso la democrazia, la Costituzione, il popolo italiano, la Giustizia". "Boia" invece fu l'epiteto rivolto da Giorgio Sorial. Il senatore Mario Giarrusso definì invece il Capo dello Stato "eversore della Costituzione, pericoloso ottantenne che ha affondato la lotta alla mafia". Chissà se queste cose Orlando le sa.

Cosa sa il ministro della Giustizia Orlando della denuncia depositata presso la procura di Roma perché si indaghi sui casi di vilipendio al Capo dello Stato in riferimento alle dichiarazioni di Beppe Grillo e di altri esponenti del suo movimento? E' questo quanto chiede il senatore Maurizio Gasparri (Forza Italia), in una apposita interrogazione presentata ieri.
Gasparri fa riferimento alla denuncia, presentata nei giorni scorsi dall'avvocato Marco Di Andrea, con tanto di documentazione allegata, per quelli che lo stesso senatore definisce "evidenti casi di vilipendio a Napolitano. Premesso – aggiunge Gasparri - che per questo reato l'unico verso il quale si è proceduto e ad essere stato condannato è stato Storace, tra l'altro nonostante la dichiarazione di insindacabilità delle opinione espresse dall'allora senatore e nonostante il chiarimento avuto con Napolitano, vorrei sapere in quali altri casi il ministro Orlando intenda procedere. C'è una denuncia che raccoglie dichiarazioni fatte da Grillo e da alcuni esponenti 5 Stelle che hanno gravemente offeso l'onore e il prestigio del Presidente delle Repubblica. Gli epiteti proferiti dai grillini hanno una particolare carica offensiva, in netta violazione dell'articolo 278 del codice penale. Vorrei sapere come Orlando intenda muoversi", conclude il senatore.
E vale la pena ripercorrere, in rapida sintesi, le offese rivolte a Napolitano e finora senza alcuna conseguenza penale: nel 2008 Beppe Grillo, che proprio ieri si è definito "un po' stanchino" ma che all'epoca era nel pieno delle forze e delle polemiche, affibbiò al Capo dello Stato il soprannome di "Morfeo". Come ogni guru, Grillo ha poi fatto scuola tra i suoi seguaci; a stretto giro di contumelia, infatti, il deputato Alessandro Di Battista definisce Napolitano : "Un soggetto politicamente indecoroso, presidente indecente politicamente", invitandolo a "fare le valigie e raggiungere l'ospizio dove Berlusconi farà i servizi sociali". Un altro deputato, Manlio Di Stefano, disse: "Mi vergogno ad avere un presidente come lui", paragonando Napolitano a un re che "ha ucciso la democrazia, la Costituzione, il popolo italiano, la Giustizia". "Boia" invece fu l'epiteto rivolto da Giorgio Sorial. Il senatore Mario Giarrusso definì invece il Capo dello Stato "eversore della Costituzione, pericoloso ottantenne che ha affondato la lotta alla mafia". Chissà se queste cose Orlando le sa. http://www.ilgiornaleditalia.org/news/politica/860558/Vilipendio--Orlando-guarda.html
dalla unità di Italia ad oggi: mai ci siamo così vergognati di essere italiani: Merkel Rothschild Bildenberg, Fmi, Troika, Bce, Spa, con le loro truffe monetarie, spoliazione di sovranità monetaria, ecc.. ci hanno lasciato in mutande! ]] NOI FAREMO LA GUERRA MONDIALE, DI CRIMINALI MORTI DI FAME, CHE, muoiono per l'impero GENDER GAY di Rothschild, e che, HANNO UN BESTIALE: TORTO MASSONICO SU TUTTO, come complici NATO: dei peggiori crimini della storia del genere umano: in Iraq, Cosovo, Siria, dove, proprio noi abbiamo sterminato tutti i cristiani, come complici della LEGA ARABA! .. e ANCHE, CONTRO ISRAELE, NOI SIAMO INGRATI, PEZZI DI MERDA! La crisi attanaglia i più piccoli: povero 1 bambino su 3
Lo rivela l'Unicef: l'Italia in fondo alla classifica europea col 30,4%. Aumenta la percentuale di giovani inattivi
La crisi attanaglia i più piccoli: povero 1 bambino su 3.
In una giornata segnata da numeri sconcertanti sull'economia del nostro Paese, la ciliegina sulla torta amara arriva dall'Unicef, che in occasione della Giornata Nazionale dell'Infanzia e l'Adolescenza, rivela come in Italia 1 bambino su 3 vive in povertà. numeri, questi, da terzo mondo, e che fanno precipitare il Belpaese in fondo alla classifica sulla povertà minorile, per l'esattezza al 33° posto su 41 paesi dell'Unione europea. Un fenomeno disarmante che, tra il 2008 e il 2012 è aumentato di circa sei punti, attestandosi adesso al 30,4%. In sostanza, spiegano dall'Unicef, si tratta di 600mila bambini poveri.
Nello specifico, la ricerca evidenzia come il 16% dei bambini italiani vive in condizioni di grave deprivazione materiale, ossia in famiglie che non sono in grado di permettersi nemmeno quattro delle nove voci seguenti: pagare l'affitto, il mutuo o le utenze, tenere l'abitazione adeguatamente riscaldata, affrontare spese impreviste, consumare regolarmente carne o proteine, andare in vacanza, possedere un televisore, possedere una lavatrice, possedere un'auto, possedere un telefono. Situazione da termo mondo, appunto.
Ad aggravare ulteriormente una condizione già di per sé gravissima, è la posizione ulteriormente bassa in cui si trova l'Italia relativamente ai Neet, ossia i ragazzi tra 15-24 anni che non studiano, non lavorano e non seguono corsi di formazione. Anche in questo caso, dal 2008 ad oggi la percentuale di questi ragazzi è aumentata di sei punti, raggiungendo il 22,2%. Il tasso più alto dell'Unione europea.
E il fUturo non lascia ben sperare. Intervenendo a Roma al convegno "Tra vecchie e nuove povertà: minori in Italia a 25 anni dalla Convenzione di New York", il presidente dell'Unicef Italia, Giacomo Guerrera, ha rilevato come "il quadro che viene fuori è preoccupante non solo per il presente ma anche per il futuro, perché non solo oggi assistiamo a un effetto diretto che ricade sui minorenni, ma nel lungo periodo è la società nel suo insieme a pagarne le conseguenze, in termini di basso livello di capitale umano accumulato, di disoccupazione, bassa produttività. Ecco perché –prosegue Guerrera- l'Unicef sostiene che non riuscire a proteggere i bambini e gli adolescenti dalla povertà è uno degli errori che ha conseguenze negative di più lunga durata che una società possa commettere". Da qui, la richiesta al governo di mettere mano ad una politica adeguata a tutela dei minori dalla povertà. "Alcuni Paesi –evidenzia infine il presidente Unicef- stanno facendo meglio di altri per proteggere i bambini più vulnerabili, dimostrando che non solo è eticamente giusto ma anche possibile ed economicamente vantaggioso".
Giuseppe Giuffrida
=======================
22/01/2014 09:35. Prostituta incinta: "Ti faremo partorire e venderemo il tuo bambino"
La ragazza minacciata si è ribellata ai suoi aguzzini ed è diventata testimone di giustizia
Prostituta incinta: "Ti faremo partorire e venderemo il tuo bambino"
Sgominata una banda di rumeni che gestiva il monopolio del sesso nel Pescarese
Costretta a fare sesso senza precauzione, dopo essere rimasta incinta anche sul suo 'status' la criminalità pretendeva il controlla assoluto. "Ti faremo partorire e poi venderemo il tuo bambino" le è stato detto. È proprio grazie al coraggio della giovane prostituta divenuta testimone di giustizia dopo essere riuscita a sfuggire al controllo dei suoi aguzzini che è stata sgominata ieri mattina a Pescare una banda di cinque romeni accusati di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione, nonché di estorsione, lesioni, violenza privata e minacce.
La giovane romena, fatta emigrare in Italia con la falsa promessa di un lavoro come badante, ma subito privata del passaporto e segregata in casa, era stata costretta a prostituirsi con continue e pressanti minacce di morte, ed era stata obbligata anche a rapporti sessuali non protetti, tanto che, poco prima della sua fuga, era rimasta incinta. La giovane si è rivolta all'associazione On The Road che da anni assiste le ragazze sfruttate, specializzata nel recupero delle vittime di tratta. E lì che la donna ha iniziato un duplice percorso di reinserimento sociale e di collaborazione giudiziaria, svelando organigramma e metodi di un'organizzazione particolarmente strutturata e agguerrita che gestiva un giro d'affari di duecentomila euro al mese, sfruttando nove ragazze rumene. Le giovani, che arrivavano a guadagnare fino a 1000 euro al giorno ciascuna, vivevano in appartamenti fra Francavilla e Pescara, e si recavano in strada già da metà pomeriggio soprattutto d'inverno. La Polizia ha trovato negli appartamenti dove ieri mattina ha eseguito gli arresti, dei veri e propri libri contabili degli incassi giornalieri di ogni singola lucciola.
Un'organizzazione molto organizzata, che non lasciava nulla al caso e soprattutto era riuscita per ben due volte a rintracciare la giovane testimone di giustizia nonostante fosse sotto protezione. Una prima volta, ad Ascoli, dove in strada ha incontrato una prostituta vicina a uno degli aguzzini, che l'ha avvisata del fatto che la banda sapeva che stava trattando con la Polizia. La seconda volta, invece, è stata rintracciata in ospedale al Nord Italia, dove ha partorito. Qui è stata avvicinata da un rumeno di etnia rom che l'ha minacciata dicendo che era tenuta d'occhio e che prima o poi suo figlio sarebbe stato "rapito per essere venduto".
Pericolo scampato? Si spera. Ieri mattina infatti è giunta alla fase finale l'operazione di polizia contro lo sfruttamento della prostituzione condotta dalla Squadra Mobile di Pescara, diretta dal vice Questore aggiunto Pierfrancesco Muriana, con il supporto della Squadra Mobile di Chieti, sotto la direzione del Pm Salvatore Campochiaro, con l'emissione, da parte del Gip del Tribunale di Pescara, Gianluca Sarandrea, di cinque ordinanze di custodia cautelare in carcere per stroncare l'ampio fenomeno criminale di matrice romena, in atto nella zona sud di Pescara. Spesso, nel territorio, si sono verificati aggressioni e scontri violenti finalizzati all'ottenimento del pagamento di una sorta di "tassa di occupazione" da parte delle prostitute.
L'operazione di ieri fa seguito a quella condotta nell'ottobre del 2013, quando venne smantellata un'altra pericolosa organizzazione criminale, sempre di matrice romena, che aveva ingaggiato una vera e propria "guerra" con il gruppo finito ora in manette. Le indagini sono durate quasi un anno e sono state condotte secondo metodiche "tradizionali" in quanto non supportate da attività di intercettazione. Esse si sono basate su numerosi servizi notturni di controllo e pedinamento e, come detto, sulle dichiarazioni di una delle prostitute che, la scorsa estate, è riuscita a sottrarsi ai suoi sfruttatori.
Emerge così ancora con più fermezza lo squallore di un mondo, quello della prostituzione, che andrebbe regolamentato. Leggi ad hoc che possano garantire più protezione sia alle lucciole che ai clienti.
Costretta a fare sesso senza precauzione, dopo essere rimasta incinta anche sul suo 'status' la criminalità pretendeva il controlla assoluto. "Ti faremo partorire e poi venderemo il tuo bambino" le è stato detto. È proprio grazie al coraggio della giovane prostituta divenuta testimone di giustizia dopo essere riuscita a sfuggire al controllo dei suoi aguzzini che è stata sgominata ieri mattina a Pescare una banda di cinque romeni accusati di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione, nonché di estorsione, lesioni, violenza privata e minacce.
La giovane romena, fatta emigrare in Italia con la falsa promessa di un lavoro come badante, ma subito privata del passaporto e segregata in casa, era stata costretta a prostituirsi con continue e pressanti minacce di morte, ed era stata obbligata anche a rapporti sessuali non protetti, tanto che, poco prima della sua fuga, era rimasta incinta. La giovane si è rivolta all'associazione On The Road che da anni assiste le ragazze sfruttate, specializzata nel recupero delle vittime di tratta. E lì che la donna ha iniziato un duplice percorso di reinserimento sociale e di collaborazione giudiziaria, svelando organigramma e metodi di un'organizzazione particolarmente strutturata e agguerrita che gestiva un giro d'affari di duecentomila euro al mese, sfruttando nove ragazze rumene. Le giovani, che arrivavano a guadagnare fino a 1000 euro al giorno ciascuna, vivevano in appartamenti fra Francavilla e Pescara, e si recavano in strada già da metà pomeriggio soprattutto d'inverno. La Polizia ha trovato negli appartamenti dove ieri mattina ha eseguito gli arresti, dei veri e propri libri contabili degli incassi giornalieri di ogni singola lucciola.
Una banda molto organizzata, che non lasciava nulla al caso e soprattutto era riuscita per ben due volte a rintracciare la giovane testimone di giustizia nonostante fosse sotto protezione. Una prima volta, ad Ascoli, dove in strada ha incontrato una prostituta vicina a uno degli aguzzini, che l'ha avvisata del fatto che la banda sapeva che stava trattando con la Polizia. La seconda volta, invece, è stata rintracciata in ospedale al Nord Italia, dove ha partorito. Qui è stata avvicinata da un rumeno di etnia rom che l'ha minacciata dicendo che era tenuta d'occhio e che prima o poi suo figlio sarebbe stato "rapito per essere venduto".
Pericolo scampato? Si spera. Ieri mattina infatti è giunta alla fase finale l'operazione di polizia contro lo sfruttamento della prostituzione condotta dalla Squadra Mobile di Pescara, diretta dal vice Questore aggiunto Pierfrancesco Muriana, con il supporto della Squadra Mobile di Chieti, sotto la direzione del Pm Salvatore Campochiaro, con l'emissione, da parte del Gip del Tribunale di Pescara, Gianluca Sarandrea, di cinque ordinanze di custodia cautelare in carcere per stroncare l'ampio fenomeno criminale di matrice romena, in atto nella zona sud di Pescara. Spesso, nel territorio, si sono verificati aggressioni e scontri violenti finalizzati all'ottenimento del pagamento di una sorta di "tassa di occupazione" da parte delle prostitute.
L'operazione di ieri fa seguito a quella condotta nell'ottobre del 2013, quando venne smantellata un'altra pericolosa organizzazione criminale, sempre di matrice romena, che aveva ingaggiato una vera e propria "guerra" con il gruppo finito ora in manette. Le indagini sono durate quasi un anno e sono state condotte secondo metodiche "tradizionali" in quanto non supportate da attività di intercettazione. Esse si sono basate su numerosi servizi notturni di controllo e pedinamento e, come detto, sulle dichiarazioni di una delle prostitute che, la scorsa estate, è riuscita a sottrarsi ai suoi sfruttatori.
Emerge così ancora con più fermezza lo squallore di un mondo, quello della prostituzione, che andrebbe regolamentato. Leggi ad hoc che possano garantire più protezione sia alle lucciole che ai clienti. Miriana Markovic http://www.ilgiornaleditalia.org/news/cronaca/851784/Prostituta-incinta---Ti-faremo.html
16/03/2014 Scoperto laboratorio clandestino di armi, La polizia ha arrestato in flagranza di reato due romeni. Scoperto laboratorio clandestino di armi. Ieri mattina a Gioia Tauro, all'interno di un capannone adibito ad officina e deposito attrezzi per l'equitazione, è stata rilevatoun equipaggiamento altamente qualificato per la modifica, la riparazione e la fabbricazione di parti di armi. Trattasi di un laboratorio clandestino, scovato dalla polizia del commissariato locale.
Gli agenti del Commissariato di Taurianova e del Reparto Prevenzione crimine Calabria, dopo aver fatto irruzione nell'officina di Contrada Castello hanno arrestato in flagranza di reato due cittadini romeni, Costantin Cristian Ponor (29 anni) e CiprianMelinte (27), entrambi incensurati. Le accuse nei loro confronti sono di detenzione illegale di armi clandestine e parti di esse.
Il piccolo laboratorio artigianale era nascosto in un maneggio di cavalli a Terranova Sappo Minulio, centro dell'entroterra reggino. All'interno del prefabbricato, è stata trovata l'attrezzatura sofisticata per la modifica, riparazione di armi e fabbricazione di parti di esse quali canne, caricatori, silenziatori ed altro. Durante la perquisizione sono stati ritrovati, inoltre, un fucile calibro 12 monocanna ad avancarica, una pistola calibro 38 tipo revolver, innumerevoli parti di armi quali canne, molle di recupero, caricatori, cani e percussori, materiale per il caricamento di munizioni ed altro, posti sotto sequestro. Il capannone all'interno del quale si fabbricavano clandestinamente le armi è stato sottoposto a sequestro con apposizione di sigilli. Mentre gli arrestati dopo le modalità di rito sono stati condotti nella casa circondariale di Reggio Calabria.
Sabato mattina a Gioia Tauro, all'interno di un capannone adibito ad officina e deposito attrezzi per l'equitazione, è stata rilevatoun equipaggiamento altamente qualificato per la modifica, la riparazione e la fabbricazione di parti di armi. Trattasi di un laboratorio clandestino, scovato dalla polizia del commissariato locale.
Gli agenti del Commissariato di Taurianova e del Reparto Prevenzione crimine Calabria, dopo aver fatto irruzione nell'officina di Contrada Castello hanno arrestato in flagranza di reato due cittadini romeni, Costantin Cristian Ponor (29 anni) e CiprianMelinte (27), entrambi incensurati. Le accuse nei loro confronti sono di detenzione illegale di armi clandestine e parti di esse.
Il piccolo laboratorio artigianale era nascosto in un maneggio di cavalli a Terranova Sappo Minulio, centro dell'entroterra reggino. All'interno del prefabbricato, è stata trovata l'attrezzatura sofisticata per la modifica, riparazione di armi e fabbricazione di parti di esse quali canne, caricatori, silenziatori ed altro. Durante la perquisizione sono stati ritrovati, inoltre, un fucile calibro 12 monocanna ad avancarica, una pistola calibro 38 tipo revolver, innumerevoli parti di armi quali canne, molle di recupero, caricatori, cani e percussori, materiale per il caricamento di munizioni ed altro, posti sotto sequestro. Il capannone all'interno del quale si fabbricavano clandestinamente le armi è stato sottoposto a sequestro con apposizione di sigilli. Mentre gli arrestati dopo le modalità di rito sono stati condotti nella casa circondariale di Reggio Calabria. Chantal Capasso.
====================
Hong Kong, i leader dei manifestanti annunciano lo sciopero della fame.
A Hong Kong il leader dei manifestanti Joshua Wong, insieme con i due leader del gruppo di studenti Scholarism ha annunciato uno sciopero della fame.
"In questi tempi difficili vivere è un nostro dovere. Oggi siamo disposti a pagare il prezzo per questo", hanno dichiarato tre manifestanti.
Le proteste dell'opposizione continuano a Hong Kong da quasi due mesi. I manifestanti chiedono a Pechino di abolire le restrizioni per l'elezione del capo dell'amministrazione della regione autonoma.
Per saperne di più: http://italian.ruvr.ru/news/2014_12_02/Hong-Kong-i-leader-dei-manifestanti-annunciano-lo-sciopero-della-fame-7001/
Drink your poison made by yourself! ] THIS IS ISLAM SHARIA Onu nazi! [ COME SI CHIAMA IL DEMONE INFERNALE, Luridoporc0, CHE SI è INSEDIATO, alla guida, della LEGA ARABA SHARIAH Onu nazi? SI CHIAMA Abd Allah bin Abd al-Aziz Al Saud, Re dell'Arabia Saudita Abdullah la BesTIA. IO NON HO MAI CONOSCIUTO UN CRIMINALE INDEGNO DI VIVERE SU QUESTO PIANETA COME TE, E ROTHSChILD IL FARISEo SATANISTA CANNIBALE talmud, soltanto che, ti può superare in malvagità! E ONESTAMEnTE, IO CREDO CHE L'INFERNO SIA STATA UNA BUONA INVENZIONE, per voi! KANO (NIGERIA), 1 NOVembre. Le famiglie delle 219 liceali rapite ad aprile a Chibok, in Nigeria, si dicono "scioccate" ma non sorprese dall'annuncio che le loro figlie siano state "convertire all'Islam e date in sposa". Annuncio contenuto in un video diffuso da Boko Haram in cui il gruppo nega il cessate il fuoco e qualsiasi prospettiva di negoziazione. "Siamo scioccati ma non sorpresi: non abbiamo mai creduto nella possibilità di trattare con loro, sono inaffidabili", ha detto il capo degli anziani di Chibok. Corte Israele sospende demolizione case ]] CHE SENSO HA TUTTO QUESTO? TUTTI I MUSULMANI DI PALESTINA STANNO PER PARTIRE! non è possibile, dissociare i palestinesi dalla politica, espansionistica, imperialistica della LEga ARABA shariah, che, produce centinaia di martiri cristiani innocenti, ogni giorno! questa storia di nazisti shariah della LEGA ARABa, senza: diritti umani, senza: reciprocità, senza: libertà di religione... è destinata a finire in tragedia! oggi: i satanisti massoni fingono di essere complici di tutto questo, ma, domani possono iniziare i fuochi di artificio! i signori della guerra Rothschild, Fmi spa, sono i padroni di tutti: e di tutto, quindi, il copione, che, deve essere recitato, sul palcoscenico: del mondo è stato già scritto! la Sangre de Jesus: reconcilia, redime, purifica, limpia, santifica, retaura.. amen, alleluia! Dios Es Amor Y Perdon, Romanos, 15:4 - Porque las cosas que antes fueron escritas, para nuestra enseñanza fueron escritas; para que por el padecer con paciencia, y por la consolación de las Escrituras, tengamos esperanza. Amen Gloria a Ti Señor Jesus. Ho adorable Sangre deJESUS limpia nuestra mente y corazón amén.
certo: nessuna Costituzione può prevedere la cessione: della sovranità monetaria e le associazioni segrete massoniche: "ma, noi siamo impregnati di tutto questo satanismo!"
C. S. P. B. Crux Sancti Patris Benedecti, Croce del Santo Padre Benedetto, C. S. S. M. L. Crux Sacra Sit Mihi Lux
Croce sacra sii la mia Luce, N. D. S. M. D. Non draco sit mihi dux, Che il dragone non sia il mio duce, V. R. S. Vadre Retro satana, Allontanati satana! N. S. M. V. Non Suade Mihi Vana, Non mi persuaderai di cose vane, S. M. Q. L. Sunt Mala Quae Libas, Ciò che mi offri è cattivo, I.V. B. Ipsa Venena Bibas, Bevi tu stesso i tuoi veleni, ESORCISMO: (Al segno + ci si fa il segno della croce) + In nomine Patris, et Filii et Spiritui Sancto
Croce del Santo Padre Benedetto. Croce Santa sii la mia Luce e non sia mai il dragone mio duce. Va indietro satana! Non mi persuaderai di cose vane. Sono mali le cose che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo +. Amen!
WELCOME in my holy JHWH holy! This is Faith that give the victory it has conquered the world; the Our Faith! 1 Giov 54 [MENE TECHEL PERES] PAX CSPB CSSMLNDSM DVRSNSMVSMQLIVB "Drink your poisons made by yourself". Rei Unius King Israel Mahdì . C. S. P. B. Crux Sancti Patris Benedecti Croce del Santo Padre Benedetto C. S. S. M. L. Crux Sacra Sit Mihi Lux Croce sacra sii la mia Luce N. D. S. M. D. Non draco sit mihi dux Che il dragone non sia il mio duce V. R. S. Vadre Retro satana Allontanati satana! N. S. M. V. Non Suade Mihi Vana Non mi persuaderai di cose vane S. M. Q. L. Sunt Mala Quae Libas Ciò che mi offri è cattivo I.V. B. Ipsa Venena Bibas Bevi tu stesso i tuoi veleni. + In nomine Patris et Filii et Spiritui Sancto Croce del Santo Padre Benedetto. Croce Santa sii la mia Luce e non sia mai il dragone mio duce. Va indietro satana! Non mi persuaderai di cose vane. Sono mali le cose che mi offri bevi tu stesso il tuo veleno. Nel Nome del Padre del Figlio e dello Spirito Santo. Amen!
https://fbcdn-sphotos-b-a.akamaihd.net/hphotos-ak-xpf1/v/t1.0- 9/1959619_450217268449574_410310219259088280_n.jpg? oh=0269fa3f474b38268243cef85319df1b&oe=54B7FCBC&__gda__=1420973136_e4ac3a12204682c42a371fcd e35c0041
ERDOGAN SHARIAH BUSH 322 ROTHSCHILD 666 GRAZIE!
Il Nuovo Testamento non annulla i 10 comandamenti.
La misericordia di Dio è SOLTANTO per chi si pente e cambia vita. https://scontent-b- mxp.xx.fbcdn.net/hphotos-xpa1/v/t1.0-9/1551781_817061315007168_9017534314172753546_n.jpg? oh=7c977b7a002f2ebffaf514f9215febe8&oe=54AB7947
 THIS IS ISLAM SHARIA! https://fbcdn-sphotos-b-a.akamaihd.net/hphotos-ak-xpf1/v/t1.0- 9/1959619_450217268449574_410310219259088280_n.jpg? oh=36f55fad975807a3e7eae81e0fca4981&oe=54DF89BC&__gda__=1420973136_f8eb777d61256d82791f87ba b4868f28
THIS IS ISLAM SHARIA! https://www.facebook.com/video.php?v=509913785811942
THIS IS ISLAM SHARIA!
la crisi della recessione monetaria: sistema massonico usurocratico rothschild merkel troika FMI mogherini? hanno portato più persone al suicidio loro? che non tutta la prima guerra mondiale! COSA SI STA ASPETTANDO: CHE SE, NON INIZIA A LAVORARE LA GHIGLIOTTINA DEL POPOLO, POI, INIZIERà A LAVORARE LA GUERRA MONDIALE DEI RICCHI!
SOFIA, 3 NOV - Una donna bulgara, Lidia Petrova, di 38 anni, fotografa, è in fin di vita nell'ospedale Pirogov dopo essersi data fuoco davanti al palazzo della presidenza a Sofia.
 Negli ultimi giorni si diceva preoccupata per il futuro del loro figlio. Tra le ipotesi che si fanno, si va da possibili problemi salute a un gesto disperato contro la crisi. Prima di darsi fuoco (e ustionarsi il 90% del, corpo) Lidia aveva augurato "Buona giornata!" ai suoi amici su Facebook con una canzone di Mark Knopfler.
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2014/11/03/bulgaria-crisi-donna-si-da- fuoco_15aaff98-8aa9-4ef0-816e-f6e502278580.html

questi sono i miei blog, dove ogni giorno io difendo il Genere umano, contro i satanisti del NWO.. io sono un politico universale: e rappresento tutti i popoli del mondo! attraverso, la Legge Universale, e la Legge Naturale.. io ho elaborato una metafisica, della FRATELLANZA UNIVERSALE, quindi, io sono il progetto politico: in youtube: di lorenzoJHWH, il Re di Israele, e nel contempo: io sono Unius REI, un Governatore Procuratore: in protezione di tutto il genere umano! Perché, soltanto una Autorità polica, che, sia più forte dei massoni satanisti Bildenberg, può evitare la imminente, terza guerra mondiale.. MA, QUESTA è LA VERITà, NESSUNO HA ANCORA DECISO DI INVESTIRE SU DI ME UNA SOLA MONETA! Anche se, io sono un cristiano orgoglioso, a livello personale, tuttavia, sul piano politico: io sono pura razionalità, ecco perché, la mia struttura mentale può essere soltanto quella della agnostico, dal punto di vista del linguaggio politico universale!
COME SI CHIAMA IL DEMONE INFERNALE, CHE SI è INSEDIATO NELLA LEGA ARABA SHARIAH? SI CHIAMA Abd Allah bin Abd al-Aziz Al Saud, Re dell'Arabia Saudita Abdullah? [ KABUL, 11 OTT - Un attacco suicida contro la sede della polizia provinciale nel sud della provincia di Helmand ha provocato almeno due morti e quattro feriti: lo ha reso noto un portavoce della polizia di Helmand. Il portavoce ha detto che l'attentatore suicida, vestito da poliziotto, ha cercato di entrare nella sede del complesso a piedi, ma è stato identificato al cancello e si è fatto esplodere. Nell'attacco hanno perso la vita l'attentatore e un poliziotto.
Benjamin Netanyahu - [ By your coward:
http://www.timesofisrael.com/
https://www.facebook.com/Netanyahu
http://www.israelnationalnews.com/
THAT, they have blocked me on their site
but,
https://www.facebook.com/bennettnaftali mi ha detto che, massimo, io potevo scrivere due articcoli al giorno! ]
COME SI CHIAMA IL DEMONE INFERNALE, CHE SI è INSEDIATO NELLA LEGA ARABA SHARIAH? SI CHIAMA Abd Allah bin Abd al-Aziz Al Saud, Re dell'Arabia Saudita Abdullah? [ KABUL, 11 OTT - Un attacco suicida contro la sede della polizia provinciale nel sud della provincia di Helmand ha provocato almeno due morti e quattro feriti: lo ha reso noto un portavoce della polizia di Helmand. Il portavoce ha detto che l'attentatore suicida, vestito da poliziotto, ha cercato di entrare nella sede del complesso a piedi, ma è stato identificato al cancello e si è fatto esplodere. Nell'attacco hanno perso la vita l'attentatore e un poliziotto.
Benjamin Netanyahu - [ By your coward:
http://www.timesofisrael.com/
https://www.facebook.com/Netanyahu
http://www.israelnationalnews.com/
THAT, they have blocked me on their site
but,
https://www.facebook.com/bennettnaftali mi ha detto che, massimo, io potevo scrivere due articoli al giorno! ]
Questa è la dimostrazione, che, criminali internazionali: USA, Turchia, Arabia SAUDITA, hanno creato la Galassia jihadista: nel Mondo! ] [ questo è inevitabile, la Turchia: deve essere espulsa: dalla NATO, e deve essere colpita: da sanzioni internazionali! ] [ Usa a Turchia, stop a flusso jihadisti. Hagel ad Ankara anche: per negoziare uso americano base: Incirlik ANKARA, 9 SETtembre. Gli Usa premono su Ankara: perche' ponga fine: alle 'autostrade della jihad': che: attraverso il suo territorio hanno consentito l'arrivo in Siria e Iraq: di migliaia di miliziani dello Stato Islamico (Isis) responsabile di numerose atrocità, riferisce la stampa di Ankara: all'indomani della visita del segretario americano alla difesa Chuck Hagel. Hagel avrebbe chiesto un stop al flusso di combattenti che arrivano dall'estero e attraversano il confine turco: e: chiesto l'uso della base aerea di Incirlik.
ma, Re shariah dell'Arabia Saudita Abdullah, non ha le categorie, "Alan uomo di pace", per lui Alan è, soltanto, un infedele, che, deve essere soppresso! l'unico modo che Alan ha di poter salvare la sua vita, è quello di dimostrare di essere diventato un salafita, tagliando la testa, ad altri infedeli, MA, SE, Alan NON HA IL CORAGGIO DI TAGLIARE LA TESTA, AGLI INFEDELI, SOLTANTO, UN ENORME RISCATTO, POTREBBE SALVARE LA SUA VITA! anche per San Vincenzo de' Paoli, fondatore, dei preti della missione o vincenziani, fu necessario pagare un riscatto perché, pirati ottomani lo avevano rapito e venduto come schiavo! ] LA LEGA ARABA è LA BESTIA SHARIAH DI SATANA! [ "Alan è un uomo di pace, che ha lasciato la sua famiglia e il suo lavoro per guidare un convoglio fino alla Siria e aiutare i più bisognosi". Con queste parole la moglie di Alan Henning, 47enne tassista britannico rapito dall'Isis a dicembre durante una missione umanitaria in Siria, implora i jihadisti di rilasciarlo. Tra l'altro, aggiunge, "non vedo come la morte di Alan potrebbe aiutare la causa di uno stato". Per questo, "imploro il popolo dello Stato Islamico di guardare nei propri cuori".
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/mediooriente/2014/09/21/isismoglie-ostaggioalan- uomo-di-pace_257bff56-5702-43b4-9d49-268aea27143a.html
Questa è la dimostrazione, che, criminali internazionali: USA, Turchia, Arabia SAUDITA, hanno creato la Galassia jihadista: nel Mondo! ] [ questo è inevitabile, la Turchia: deve essere espulsa: dalla NATO, e deve essere colpita: da sanzioni internazionali! ] [ Usa a Turchia, stop a flusso jihadisti. Hagel ad Ankara anche: per negoziare uso americano base: Incirlik ANKARA, 9 SETtembre. Gli Usa premono su Ankara: perche' ponga fine: alle 'autostrade della jihad': che: attraverso il suo territorio hanno consentito l'arrivo in Siria e Iraq: di migliaia di miliziani dello Stato Islamico (Isis) responsabile di numerose atrocità, riferisce la stampa di Ankara: all'indomani della visita del segretario americano alla difesa Chuck Hagel. Hagel avrebbe chiesto un stop al flusso di combattenti che arrivano dall'estero e attraversano il confine turco: e: chiesto l'uso della base aerea di Incirlik.
ma, Re shariah dell'Arabia Saudita Abdullah, non ha le categorie, "Alan uomo di pace", per lui Alan è, soltanto, un infedele, che, deve essere soppresso! l'unico modo che Alan ha di poter salvare la sua vita, è quello di dimostrare di essere diventato un salafita, tagliando la testa, ad altri infedeli, MA, SE, Alan NON HA IL CORAGGIO DI TAGLIARE LA TESTA, AGLI INFEDELI, SOLTANTO, UN ENORME RISCATTO, POTREBBE SALVARE LA SUA VITA! anche per San Vincenzo de' Paoli, fondatore, dei preti della missione o vincenziani, fu necessario pagare un riscatto perché, pirati ottomani lo avevano rapito e venduto come schiavo! ] LA LEGA ARABA è LA BESTIA SHARIAH DI SATANA! [ "Alan è un uomo di pace, che ha lasciato la sua famiglia e il suo lavoro per guidare un convoglio fino alla Siria e aiutare i più bisognosi". Con queste parole la moglie di Alan Henning, 47enne tassista britannico rapito dall'Isis a dicembre durante una missione umanitaria in Siria, implora i jihadisti di rilasciarlo. Tra l'altro, aggiunge, "non vedo come la morte di Alan potrebbe aiutare la causa di uno stato". Per questo, "imploro il popolo dello Stato Islamico di guardare nei propri cuori".
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/mediooriente/2014/09/21/isismoglie-ostaggioalan- uomo-di-pace_257bff56-5702-43b4-9d49-268aea27143a.html